Asciugamani di spugna: 5 consigli per lavarli senza rovinarli

Gli asciugamani di spugna sono molto delicati e lavarli nel modo corretto non è così scontato. Ecco 5 semplici consigli per lavarli senza rovinarli

A prescindere dal tipo di lavaggio, a mano o in lavatrice, gli asciugamani di spugna vanno lavati una volta alla settimana affinché siano sempre freschi, disinfettati e profumati. Tuttavia, dati i frequenti lavaggi, è necessario osservare alcuni accorgimenti per mantenerne la morbidezza, il colore e conferire loro la giusta igienizzazione. Ecco 5 soluzioni semplici ed efficaci per lavare in maniera ecologica ed economica i vostri asciugamani di spugna.

Detersivi delicati e giusta temperatura per non rovinare le fibre

Gli asciugamani di spugna sono delicati e utilizzare detersivi aggressivi per il loro lavaggio potrebbe rovinarne le fibre. Per evitare che il tessuto, quindi, si rovini e si irrigidisca utilizzate sempre dei detersivi specifici per i capi delicati, meglio se a base naturale. La quantità, però, deve essere ridotta rispetto a quella utilizzata per il lavaggio di altri capi. Un eccesso di sapone, infatti, potrebbe provocare il restringimento delle fibre di spugna. Inoltre, impostate nella vostra lavatrice una temperatura che vada dai 40 ai 60 gradi, scegliendo quella più calda per il lavaggio dei capi bianchi e quella più tiepida per le spugne più scure. In questo modo, entrambi verranno disinfettati.

Attenzione all’ammorbidente

L’ammorbidente, in questo caso, potrebbe non essere un valido aiuto. Certo, conferisce morbidezza alle fibre della spugna, ma la contropartita è la riduzione del potere assorbente degli asciugamani. L’ammorbidente, infatti, tende a formare uno strato idrorepellente sulle spugne che ne limitano la funzione di assorbimento dell’acqua. Dunque, si consiglia di utilizzarlo in quantità minime oppure di sostituirlo con l’aceto di mele. Gli asciugamani resteranno morbidi e capaci di svolgere la loro funzione assorbente.

Aceto contro i cattivi odori

L‘aceto è un ottimo alleato contro i cattivi odori che possono sprigionare gli asciugamani. Ogni 4 lavaggi, versate 120 ml di aceto bianco insieme al detersivo. Se ve ne scordate non vi preoccupate, fate in tempo ad aggiungerlo al momento del risciacquo finale direttamente sugli asciugamani, se la vostra lavatrice ve lo permette.

Bicarbonato contro la durezza dell’acqua

Capita spesso di ritrovarsi ad abitare in una zona dove l’acqua è più dura del normale ovvero contiene un’alta percentuale di calcare nella sua composizione. Un rimedio efficace è quello di versare del bicarbonato nella vaschetta del detersivo. Ne bastano 2/3 cucchiai per “addolcire” l’acqua che verrà a contatto con la spugna. Inoltre, il bicarbonato contribuirà a disinfettare e conferire maggiore morbidezza agli asciugamani.

Camomilla per proteggere gli asciugamani di spugna

La camomilla è una pianta dalle mille e una proprietà. Essa, infatti, riesce a proteggere gli asciugamani da eventuali detersivi aggressivi, rendendo la spugna morbida. Procuratevi una bacinella e versateci 2/3 bicchieri di camomilla calda. Aggiungete, poi, dell’acqua tiepida. A questo punto, immergete gli asciugamani e attendete una mezz’oretta. Dopo, inseriteli in lavatrice per effettuare un normale lavaggio. La camomilla li proteggerà da un eventuale detersivo poco delicato.

Infine, ricordate di non stipare gli asciugamani all’interno della lavatrice. L’acqua deve avere via facile per penetrare tra le fibre e pulirle correttamente.

Aggiungi un commento