Acido citrico: come utilizzarlo per creare dei detersivi fai da te

L'acido citrico è un prezioso ed ecologico alleato per le pulizie di casa e del bucato. Ecco come utilizzarlo per creare dei detersivi fai da te

L‘acido citrico è l’ingrediente per eccellenza dei detersivi fai da te. Esso rappresenta una sostanza chimica naturale e può essere utilizzato per creare dei prodotti per la pulizia del bucato e di diversi ambienti, dal bagno alla cucina.

Ammorbidente per il bucato

L’acido citrico può essere utilizzato come ingrediente nella creazione di un ammorbidente casalingo per la vostra biancheria. Procuratevi una bottiglia o un contenitore di plastica in cui potete versare 500 ml d’acqua. Successivamente, aggiungete 50 gr di acido citrico. Dopo aver chiuso il contenitore, agitatelo bene affinché la soluzione liquida si misceli adeguatamente. L’ammorbidente adesso è pronto per essere utilizzato. Versatene 100 ml nell’apposito scomparto della lavatrice e avviate il lavaggio.

Acido citrico come anticalcare

L’acido citrico può trasformarsi in un efficace anticalcare per tutte le superfici lavabili ad eccezione di marmo, pietra e legno. Essi, infatti, sono materiali molto sensibili agli acidi. Dunque, munitevi di un contenitore spray che vi tornerà utile per nebulizzare l’anticalcare nella zona su cui volete intervenire. Versate all’interno del contenitore 1 litro d’acqua e 150 grammi di acido citrico. Otterrete, così, una soluzione al 15% di acido efficace contro tutte le incrostazioni di calcare come ad esempio quelle presenti sui sanitari o sulle piastrelle. Dopo aver nebulizzato, lasciate agire l’anticalcare per qualche minuto. Infine, risciacquate abbondantemente.

Disincrostante per gli elettrodomestici

La lavatrice e la lavastoviglie sono gli elettrodomestici più soggetti alla formazione di incrostazioni. Nel caso della lavatrice, l’acido citrico può essere combinato in una soluzione composta da 250 grammi in 1 litro d’acqua per eseguire un lavaggio ad alta temperatura. Tale operazione, per risultare davvero efficace, va effettuata almeno 1 volta al mese. La stessa soluzione può essere utilizzata per la lavastoviglie, per cui l’acido agisce come brillantante. Basterà ridurne leggermente la quantità, 150 / 180 grammi in 1 litro d’acqua, e versare la soluzione nella vaschetta adibita al brillantante. In questo modo le goccioline di calcare presenti sulle stoviglie spariranno durante l’ultimo lavaggio ad alta temperatura.

Pulizia della casa: vetri e pentole

1 cucchiaino di acido citrico, 1 cucchiaino di detersivo per piatti e 1 litro d’acqua: ecco la soluzione naturale per dei vetri splendenti. Versate gli ingredienti, nelle quantità consigliate, all’interno di un flacone spray. Agitatelo e nebulizzate sulla superficie da pulire. Ma anche le pentole possono tornare a splendere nonostante la presenza degli aloni dovuti al calcare. In questo caso, preparate una soluzione composta da 25 grammi di acido e 500 millilitri d’acqua. Riempite la pentola e lasciate che il composto agisca per un’intera nottata. Il giorno dopo noterete che l’alone sarà solo un vecchio ricordo e la vostra pentola sarà come nuova.

Igienizzazione del wc e pulizia degli scarichi

Igienizzare e disincrostare il wc diverrà semplice grazie all’utilizzo dell’acido citrico. Basterà versare, all’interno della tazza del wc, una soluzione composta da 50 grammi di acido citrico disciolto in 1 litro d’acqua e lasciarla agire per l’intera nottata. Allo stesso modo, l’acido citrico rappresenterà una soluzione efficace contro gli scarichi otturati. Preparate una soluzione di acido citrico, 30 grammi, e acqua, 200 millilitri. Versate direttamente nello scarico 100 grammi di bicarbonato di sodio, seguiti dalla soluzione liquida che avete creato. In questo modo, senza alcuna fatica, lo scarico si disintaserà.

Ricordate, infine, di indossare dei guanti quando maneggiate l’acido citrico e di tenere lontano dalla portata di bambini e animali domestici i detersivi che avete creato. Essendo una sostanza chimica, l’acido citrico va usato in maniera corretta e in completa sicurezza.

Aggiungi un commento