Come prendersi cura della salute del proprio cane in autunno

prendersi-cura-cane-in-autunno

I nostri amici a 4 zampe hanno bisogno di attenzioni costanti ma con l’arrivo del tempo delle castagne ci sono alcune cose che proprio non possiamo tralasciare. Ecco allora qualche consiglio per mantenere il nostro cane in perfetta salute anche in autunno.

La salute del cane in autunno

Tutti i proprietari di cani sanno che con l’inizio della primavera occorre armarsi di collari e pipette antiparassitarie per impedire che pulci, pappataci e zecche possano insidiare il proprio animale domestico. L’attenzione resta alta per tutta l’estate ma con l’arrivo dell’autunno spesso si tende ad abbassare la guardia.

Purtroppo però le zecche sono in grado di resistere anche a temperature piuttosto fresche.

Anzi, questo parassita tende a essere più attivo in questo periodo piuttosto che in estate, quando l’afa e il caldo lo rallentano. Le zecche, in autunno, trovano riparo nel fogliame che riesce a mantenere una temperatura caldo-umida e sono pronte ad attaccarsi a coda, orecchie e zampe del vostro cane alla prima buona occasione. 

Considerando poi che i cambiamenti climatici ci stanno portando inverni sempre più miti, è necessario pensare di prolungare i trattamenti antiparassitari anche nei mesi di settembre, ottobre e novembre. E non finisce qui: alcuni cani in autunno potrebbero anche manifestare allergie.

Piante come l’ambrosia (ad alto potere allergenico) fioriscono in questo periodo, quindi se il vostro cane starnutisce, manifesta pruriti o arrossamenti della pelle, non esitate a portarlo dal veterinario.

Attenzione alle passeggiate autunnali

Programmare una passeggiata in campagna o nel bosco insieme al proprio cane in autunno sembra essere un’ottima idea. In effetti lo è ma occorre prestare molta attenzione. I cani sono animali curiosi e pieni di energia ma in autunno potrebbero mettersi in situazioni di pericolo giocando con ciò che trovano a terra. 

Castagne, castagne matte, noci, ghiande, bacche e funghi possono attirare la loro attenzione ma si tratta di vegetali assolutamente nocivi.

Il vostro amico a 4 zampe potrebbe intossicarsi e manifestare i sintomi dell’avvelenamento, dal vomito alla dissenteria, dalla paralisi alla morte.

Un altro dei rischi da evitare durante le passeggiate autunnali è causato dall’uomo. In Italia la stagione della caccia si apre in 19 settembre e si chiude il 31 gennaio. Durante questo periodo è assolutamente necessario evitare di portare il cane a passeggio nelle aree in cui la caccia è permessa, perché potrebbe essere scambiato per una preda o incappare in qualche trappola allestita da cacciatori senza scrupoli.

Leggi anche

Antiparassitari: quale scegliere in base alle proprie esigenze

Malattie dei cani: quali sono le più comuni?

Dormire col proprio cane: quali sono i pro e i contro?

Pubblicità

Potrebbe interessarti