Le-razze-cani-difficili-da-addestrare

Il cane, lo sappiamo, è il miglior amico dell’uomo. Seppur il dibattito sia ancora acceso, si pensa che l’addomesticamento del cane sia iniziato circa 12mila anni fa. Da allora, l’antenato cane-lupo con il quale gli uomini del Neolitico iniziarono ad interagire, si è modificato in tutte le razze canine oggi conosciute. 

Tra di esse, ciascuna ha le proprie caratteristiche e il proprio temperamento. È per questo motivo che scegliere la razza più adatta da accogliere in famiglia non è un qualcosa da prendere alla leggera.

Bisogna valutarne accuratamente le caratteristiche, le esigenze e la compatibilità con altri animali, bambini o anziani. Ma, più di ogni altra cosa, bisogna valutare le proprie competenze in qualità di educatore o educatrice.

Ogni cane infatti necessita di un padrone in grado di assumere il ruolo di “capo branco”: una guida autorevole, un riferimento per il soddisfacimento dei bisogni primari (nutrimento, igiene) e un compagno emotivo con il quale creare un legame duraturo. Esistono razze più facili da gestire, adatte anche a chi non ha mai avuto animali. Altre invece, come quelle elencate di seguito, che sono più testarde, indipendenti o semplicemente il cui istinto emerge con più facilità. 

Ecco allora la classifica delle 10 razze di cani più difficili da addestrare: 

1) Bull Terrier 

L’attuale Bull Terrier è un incrocio selezionato a partire dal 1800 in Gran Bretagna. All’epoca la sensibilità per il benessere animale che oggi viviamo non esisteva e il Bull Terrier era stato sviluppato come cane destinato ai combattimenti tra cani o altri animali (tori e orsi in particolare) ed alla difesa dell’abitato dagli “animali nocivi” come ratti, fanie o cinghiali. Oggi, a differenza di altre tipologie di Terrier, questo cane ha un temperamento più calmo ed equilibrato, che lo rende adatto anche alle famiglie con bambini. Ciò nonostante, necessita di un addestramento rigoroso sin dalla tenera età e di una particolare attenzione all’inserimento sociale. Il Bull Terrier infatti, per istinto, è fedelissimo al proprio padrone. Questa qualità, se mal gestita, lo potrebbe rendere pericoloso nei confronti di altri animali e persone. 

cani-difficili-da-addestrare-bull-terrier

2) Pit Bull e Amstaff

L’American Pit Bull Terrier e l’American Staffordshire Terrier, sono anch’essi tristemente noti per la loro fama di cani violenti ed aggressivi. Entrambi, come il Bull Terrier, sono stati selezionati per acquisire le caratteristiche fisiche necessarie al combattimento: mascelle possenti, corpo compatto e muscoloso, temperamento aggressivo. Oggi sappiamo che un addestramento rigoroso e la giusta dose di affetto li rendono cani assolutamente compatibili con il contesto familiare. Il loro corpo però rimane una “macchina da guerra” e per questo motivo i padroni di Pitt Bull e Amstaff dovrebbero seguire programmi particolari di addestramento. In Italia non vi è ancora nessuna legge mentre in altri paesi, come l’Inghilterra, i proprietari di questo tipo di cani sono tenuti a seguire particolari procedure: registrazione all’anagrafe canina, obbligo di corso e obbligo di castrazione per gli esemplari maschi.

cani-difficili-da-addestrare-pit-bull-amstaff

3) Mastino Napoletano e Cane Corso

Questi 2 cani appartengono alla famiglia dei molossi. Sono cani imponenti, che possono raggiungere gli 80Kg. Sono sempre stati utilizzati, seppur in contesti diversi, come cani da difesa e da pastori per il bestiame bovino e suino. Il Mastino Napoletano in particolare, era in uso già nell’antica Roma e, nel periodo del brigantaggio, era tra le fila dell’esercito borbonico in qualità di “soldato”. Se ben addestrati e circondati da affetto, questi cani sanno essere delicati, dolci e pacati. Il loro padrone però deve essere in grado di imporre la propria autorevolezza poiché la loro lealtà al branco li può rendere molto aggressivi nei confronti degli estranei, siano essi umani o animali.

cani-difficili-da-addestrare-mastino-napoletano-cane-corso

4) Rottweiler e Dobermann

I Rottweiler e i Dobermann sono considerati i cani da difesa per eccellenza. Entrambi di origine tedesca, questi cani si distinguono per la loro stazza imponente e per la loro capacità di eseguire gli ordini. In linea teorica infatti i Rottweiler e i Dobermann sono cani “facili” da addestrare perché estremamente fedeli e leali al proprio padrone. Viste le loro dimensioni e la loro forza però la loro attitudine al gioco potrebbe trasformarsi in irruenza e il loro forte legame affettivo con il branco in aggressività verso gli estranei. Sono dunque razze assolutamente sconsigliate ai proprietari di cani alla prima esperienza.

cani-difficili-da-addestrare-rotweiler-dobermann-1

5) Siberian Husky

Gli Husky, così come tutti i cani nordici che ricordano esteticamente i lupi, sono diventati di moda negli ultimi 20 anni e, sempre più spesso, se ne vedono per le vie delle città italiane. Siberian Husky, Lupi Cecoslovacchi ed Alaskan Malamute sono però cani estremamente particolari e difficili da gestire. Al di là delle temperature mediterranee, per loro non adatte, queste razze mantengono molto del proprio istinto selvatico. Tendono a classificare come proprio territorio aree molto vaste e tengono particolarmente alla propria indipendenza. Addestrare queste razze non è impossibile ma richiede un impegno decisamente extra.

cani-difficili-da-addestrare-siberian-husky-lupo-cecoslovacco

6) Levriero Afgano

Il Levriero Afgano è un cane molto elegante e particolarmente ricercato, tanto da avere un prezzo che si aggira tra i 2500 e i 5000 euro. Le caratteristiche che lo hanno reso un cane domestico molto richiesto sono il manto e l’odore. Nonostante presenti una chioma lunghissima infatti, il Levriero Afgano non perde il pelo e non ha odore. Queste particolarità derivano dal fatto che non è mai stato incrociato o selezionato. Essendo un cacciatore, la natura lo ha dotato di queste caratteristiche che gli permettono di non lasciare traccia. Anche se il suo addomesticamento risale all’anno 1000, il Levriero Afgano ha mantenuto molto del suo istinto. Tende ad essere schivo e indipendente, se identifica una preda orchestra letali agguati felini e può facilmente fuggire se non strettamente sorvegliato. 

cani-difficili-da-addestrare-levriero-afgano

7) Bulldog Francese

Il Bulldog Francese, complice anche Chiara Ferragni e la sua Matilda, è uno dei cani da compagnia più in voga del momento. Nonostante le sue dimensioni ridotte, si tratta pur sempre di un molosso. Questo cane ha bisogno di molte attenzioni e di un padrone in grado di diventare un punto di riferimento esclusivo. In caso contrario, se trascurato, il Bulldog Francese può manifestare comportamenti aggressivi e distruggere la casa alla ricerca di attenzioni. Inoltre presenta un corpo compatto e possente. Non lasciatevi dunque ingannare dalla taglia: se molto agitato potrebbe far male anche agli umani.

cani-difficili-da-addestrare-bulldog-francese

8) Pechinese

Il pechinese è un cane asiatico di origini antichissime, se ne testimonia l’esistenza già nella Cina di 4000 anni fa. Nonostante le loro piccole dimensioni sono cani estremamente coraggiosi e fieri, che non esitano ad attaccare altri cani ed esseri umani molto più grandi di loro se minacciati. Il loro protagonismo e la loro intelligenza li rendono dei cani assolutamente adatti alla vita accanto all’uomo ma, chiunque decida di prendersene cura, deve essere pronto a seguirlo costantemente, ad essere fermo nell’educazione e ad insegnargli sin da subito la convivenza con altri animali e persone.

cani-difficili-da-addestrare-pechinese

9) Jack Russell Terrier

Il Jack Russell è il più piccolo della famiglia dei Terrier. Come i suoi cugini più grandi, anche questo cane fu selezionato nell’Inghilterra del 1800 per eseguire mansioni specifiche. In particolare, il Jack Russel Terrier è classificato come piccolo cane da lavoro, specializzato nella caccia alla volpe e ad altri piccoli animali da tana. Il suo carattere energico e il muso simpatico l’hanno reso un cagnolino molto popolare, anche grazie ai tanti film che lo hanno visto protagonista. La piccola taglia però, come stiamo scoprendo, non è una garanzia quando si tratta di addestramento. Il Jack Russell Terrier necessita infatti di molta attività fisica e di un padrone esperto. Diversamente, la sua energia potrebbe diventare incontrollabile.

cani-difficili-da-addestrare-jack-russell-terrier

10) Chihuahua

L’ultima delle razze di cani considerate difficili da addestrare è il Chihuahua. Definirla una razza di cane complessa e testarda però sarebbe un errore. Il Chihuahua può apprendere facilmente, diventare un ottimo cane da compagnia e addirittura da guardia. Il problema principale, ancora una volta, siamo noi. Quando pensiamo ai Chihuahua, specie a quelli di taglia toy, tendiamo a crederli dei cani fragili e deboli, quasi degli “accessori” piuttosto che degli animali. In realtà questo piccolo cane è molto energico e vivace, incline al gioco e geloso delle sue cose, determinato e coraggioso. Se non addestrato e non adeguatamente seguito, la sua iperattività si proietterà sulla casa, sugli altri animali e sugli estranei con conseguenze enormi rispetto alle sue dimensioni. 

cani-difficili-da-addestrare-chihuahua

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook!