Barbecue: 10 curiosità che vi sorprenderanno davvero

Amanti o meno del barbecue sono tantissime le notizie molto curiose su questo oggetto da cucina che sicuramente vi sorprenderanno e che potrete raccontare agli amici durante la prossima grigliata.

Da una parte è amatissimo dagli americani per le loro grigliate di carne rigorosamente affumicata e condita con tutte le possibili salse, dall’altra è odiato e praticamente bandito nella Repubblica Popolare cinese.

Poi, c’è chi tra i cuochi stellati, vorrebbe bandire completamente dalle tavole la carne cotta con il barbecue. Chi, invece, sogna un progetto che sia in grado di insegnare come cucinare in modo esemplare con questa tecnica.

Che siate pro o contro questo tipo di cucina poco importa.

Ciò che è certo e che queste notizie vi lasceranno davvero sorpresi. In alcuni casi, siamo certi, che saranno in grado anche di strapparvi anche un sorriso.

1) La carne al barbecue protagonista di un spot sulla tolleranza

Sicuramente curiosa è la notizia di uno spot pubblicitario sulla tolleranza, in cui i protagonisti assaporano della carne cucinata al barbecue. L’intento del video apparso sul web di un ristorante dell’Alabama, era quello di dimostrare che a tavola, quando si gusta del cibo buono, non ci sono differenze e si è tutti uguali.

Il regista Christopher Lewis lo ha girato nella Corea del Sud, in un ristorante american barbecue. In questo locale sono stati accolti dei profughi nordcoreani che hanno provato per la prima volta la carne affumicata, condita con tante salse differenti, e ne sono rimasti entusiasti.

La carne al barbecue protagonista di un spot sulla tolleranza

Fonte immagine

2) Il barbecue inquina l’aria

Un barbecue inquina più di un peschereccio. Con queste parole, Michele Serra, ha provocato l’opinione pubblica. Infatti, con questo titolo al suo articolo, il giornalista ha voluto insinuare il sospetto nella mente dei suoi lettori. Secondo Serra, la situazione è ben peggiore. Infatti, ogni americano inquinerebbe nel weekend di solo barbecue quanto un Paese africano in un anno.

La soluzione? “Invadere gli Stati Uniti e distruggere tutti i barbecue, accanendosi sui rottami“.

Michele Serra

Fonte immagine

3) Gianfranco Locascio e i video sulla cucina al barbecue

Gianfranco Locascio, il re del barbecue italiano, Gianfranco Locascio vorrebbe realizzare un Masterclass che raccolga tutti i video della Barbecue4all University. L’idea nasce dall’impossibilità di trovare al momento insegnanti bravi e preparati in grado di tenere corsi sulla cottura con il barbecue. I video potranno essere visionati ovunque e in qualsiasi momento, fruendo dell’insegnamento con la possibilità di riguardarli se non si è certi di qualche passaggio.

Gianfranco Locascio

Fonte immagine

4) Il nascondiglio per la droga

I posti e gli oggetti utilizzati per nascondere le sostanze stupefacenti sono molto spesso di uso comune, proprio per non destare sospetti. Infatti, proprio durante un operazione delle forze dell’ordine in cui sono stati arrestati due giovani spacciatori nel quartiere Scampia di Napoli, Sono state ritrovate delle dosi di marijuana in un barbecue. Lasostanza era nascosta all’interno dell’oggetto e posto sotto una scala.

Il nascondiglio per la droga

Fonte immagine

5) Le autorità cinesi contro il barbecue

Anche le autorità cinesi hanno pensato di eliminare completamente i barbecue dal loro paese. Così, a Gennaio 2017, la polizia ambientale ha iniziato il “rastrellamento” nei confronti di questo oggetto da cucina.

Il vero problema sarebbe correlato all’utilizzo di carbone per cucinare, il cui consumo vorrebbe essere ridotto dal governo della Repubblica Popolare, fino al 30%, entro quest’anno.

Fonte immagine

6) Tutta colpa del barbecue

Colpa dell’attività attenta al barbecue se il poliziotto non si è accorto di consumare degli stupefacenti. Con questa motivazione, l’agente dell’ordine genovese ha tentato di spiegare perché, durante una grigliata tra amici, ha fumato uno spinello. Il funzionario, che ha tentato di fare ricorso al TAR senza successo, è stato sospeso dal suo incarico lavorativo.

Cannabis

7) Cucinare al barbecue senza carne animale

Le buone notizie arrivano dalla ricerca scientifica. Infatti, il ricercatore Uma Valeti sta lavorando per creare carne in laboratorio, in grado di crescere tra i 9 e i 21 giorni. Non è ancora chiaro se cambierà il gusto della carne ma sarà possibile grgliare sul barbecue senza utilizzare carne animale. Se questa scoperta avrà successo potrebbe rendere inutili gli allevamenti animali.

Uma Valeti

Fonte immagine

8) Per Vissani è solo carne bollita

Durante una puntata di Porta a Porta, il cuoco Vissani ha affermato con fermezza che la carne cucinata con il barbecue in realtà è solo carne bollita e che sarebbe bene non consumarla.

Questo tipo di cottura non sarebbe da preferire perché, a suo dire, cuoce chiusa senza far uscire i fumi della cottura.

 Per Vissani è solo carne bollita

Fonte immagine

9) La lavastoviglie adatta

Per gli amanti della cottura alla griglia non può mancare il robot da cucina che lava il barbecue. Questo elettrodomestico è come una lavastoviglie portatile ma invece di lavare piatti e bicchieri è in grado di pulire le griglie del barbecue da ogni residuo di cibo e di grasso.

La lavastoviglie adatta

Fonte immagine

10) La colonia

Per chi adora il profumo di affumicata alla brace, Akihiko Iyod ,un ragazzo giapponese, ha realizzato la la colonia al barbecue.

Basta spruzzare il profumo sul corpo e anche la pelle profumerà di carne. Davvero un’idea stravagante.

Colonia la barbecue

Fonte immagine

Pubblicità

Potrebbe interessarti