condominio con il giardino

Il Bonus Verde è una detrazione fiscale che agevola coloro che vogliono ristrutturare giardini, terrazzi e balconi. Questo incentivo è stato confermato anche per l’anno corrente e potrebbe creare molte opportunità per chi può usufruire del servizio.

Un aiuto valido dallo Stato attivo fino al 31 dicembre 2020, per incentivare la ristrutturazione delle aeree verdi dando un contributo all’ambiente e al Paese.

Bonus Verde 2020: di cosa si tratta e a chi è rivolto

Il Bonus Verde è una detrazione Irpef del 36% su interventi quali la ristrutturazione delle aeree verdi prive di edifici scoperti, immobili, pertinenze o recinzioni, impianti d’irrigazione e pozzi e quali la realizzazione di coperture o di giardini pensili, come si legge sul sito dell’Agenzia delle entrate.

La detrazione è attiva su un importo massimo di 5.000 euro (1.800 euro per immobile). Il pagamento deve avvenire tramite bonifico bancario o qualsiasi altra operazione tracciabile. In sostanza la detrazione è rivolta ai possessori o detentori di un’immobile che vogliano risistemare giardini, anche condominiali.

Per poter richiedere il Bonus Verde, è necessario esibire fatture o pagamenti tracciabili, quindi tutti i documenti relativi ai lavori effettuati.

Questo incentivo è stato riconfermato grazie al decreto Milleproroghe 2020.

Bonus facciate 2020

Il decreto presenta anche il Bonus Facciate che riguarda gli interventi sulla ristrutturazione delle facciate esterne degli edifici con una detrazione Irpef del 90% in 10 anni. Questo intervento riguarda per di più interventi edilizi di manutenzione, atte al recupero e al restauro degli edifici sia condominiali che non.

Nello specifico sul sito dell’Agenzia delle Entrate si legge:” L’agevolazione consiste in una detrazione d’imposta, da ripartire in 10 quote annuali costanti, pari al 90% delle spese sostenute nel 2020 per interventi, compresi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in determinate zone. Sono ammessi al beneficio esclusivamente gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi”.

Leggi anche:

Casa, agevolazioni e bonus: come risparmiare in 10 punti