Cosmetici solidi: cosa sono e perché ci piacciono così tanto

cosmetici-solidi

Fino a qualche anno fa erano praticamente introvabili. Oggi invece i cosmetici solidi stanno iniziando a far capolino anche sugli scaffali della grande distribuzione. Al pubblico, soprattutto quello più giovane, piacciono molto. Ma cosa sono esattamente e a cosa si deve tutto questo successo?

Cosa sono i cosmetici solidi

I cosmetici solidi sono detergenti per il corpo, il viso o i capelli acquistabili in formato compatto, solitamente in panetto o saponetta. Per realizzarli si utilizzano materie prime e ingredienti di origine naturale, in particolare oli essenziali e burri vegetali. Tali ingredienti sono utilizzati allo stato puro, senza cioè l’aggiunta si solventi o additivi per migliorarne la fluidità. 

I principali vantaggi dei cosmetici solidi

Il più evidente tra i vantaggi dei cosmetici solidi è che non contengono acqua. Ciò li rende particolarmente sostenibili per l’ambiente. Le saponette sono compatte e facilmente trasportabili in contenitori plastic free, solitamente realizzati in carta o in latta riciclabile. Inoltre, l’alta concentrazione degli ingredienti ci permette di utilizzarle per molto tempo. A fronte di una spesa che si aggira intorno ai 10 – 12 euro per uno shampoo solido potremmo utilizzarlo per circa 80 lavaggi, cioè per quasi 3 mesi. Un altro vantaggio da non sottovalutare è la comodità di trasporto durante i viaggi.

I cosmetici solidi non rischiano di aprirsi in valigia e possono essere tranquillamente portati in aereo.

Cosmetici solidi: sono migliori di quelli in soluzione liquida?

I cosmetici solidi ci permettono di risparmiare acqua e plastica, durano a lungo e garantiscono una pulizia della pelle e della cute identica a quelli in formulazione liquida. Ma sono davvero migliori dei prodotti tradizionali? La verità è che non si può dare una risposta netta a questa domanda. Certamente contengono meno eccipienti ma possono ugualmente portare a reazioni allergiche e irritazioni. 

Esse infatti possono essere causate da principi attivi, ingredienti e profumi, anche se naturali.

Una persona allergica al nichel, ad esempio, dovrebbe sempre evitare il burro di cacao, mentre l’olio di mandorle potrebbe dare problemi a chi è allergico alla frutta a guscio, anche se non viene ingerito.

Insomma, come qualsiasi altro prodotto per l’igiene, anche per i cosmetici solidi vale la regola fondamentale di leggere attentamente la lista degli ingredienti e di testarne una piccola quantità prima di introdurlo nella nostra beauty routine quotidiana.

Leggi anche

Come preparare un balsamo labbra fai da te utilizzando solo ingredienti naturali

Olio di oliva: un alleato prezioso per la cura della casa e del corpo

Come realizzare un pratico porta pennelli per il trucco in materiale di recupero

Potrebbe interessarti