come-usare-candeggina-lavatrice-mano

La candeggina è un alleato fondamentale per la pulizia dei nostri panni. Grazie a questa si può riuscire a pulire a fondo praticamente ogni macchia difficile, restituendo anche la brillantezza originale ai capi. Ne esistono due versioni, quella classica adatta esclusivamente agli indumenti bianchi e quella delicata, indicata per i colorati.

Eppure, la candeggina potrebbe facilmente trasformare il nostro bucato in un vero e proprio disastro, se non viene fatto a regola d’arte.

Ma non c’è da preoccuparsi, grazie a questa semplice guida capiremo il modo migliore per utilizzare la candeggina senza errori!

Selezionare con cura gli indumenti

Il primissimo passaggio fondamentale per una perfetta candeggiatura è selezionare e separare con cura i nostri capi. Dovremo dividere i bianchi dai colorati, neri inclusi, che avranno bisogno di procedimenti differenti. Fatto questo, setacciamo ulteriormente gli indumenti, separando quelli delicati da quelli più resistenti.

I primi ovviamente dovranno essere lavati a mano, mentre i secondi possono tranquillamente andare in lavatrice. Una volta che avremo completato la divisione possiamo procedere con il lavaggio e il candeggio!

Candeggina e lavatrice

I capi che avremo individuato come più resistenti possono tranquillamente essere candeggiati in lavatrice. In questo caso l’elettrodomestico ci aiuterà sia a lavare che a candeggiare, senza ulteriori passaggi manuali.

Tutto ciò che dovremo fare è inserire i capi in lavatrice per poi avviarla ad almeno 40 gradi. Attendiamo che l’acqua inizi a scorrere, e a lavatrice avviata, aggiungiamo nella vaschetta circa 150 ml di candeggina. Potremo fare lo stesso anche con i capi colorati, purché utilizziamo la candeggina delicata.

Lavaggio e candeggio a mano

Ora possiamo occuparci anche dei restanti panni delicati. Per candeggiare questi dovremmo innanzitutto premurarci di lavarli sommariamente, aiutandoci con un sapone delicato come quello di Marsiglia. Così facendo renderemo più efficace la candeggina, eliminando un primo strato di sporcizia dagli indumenti.

Possiamo poi precedere al candeggio vero e proprio! Diluiamo 150 ml di candeggina in almeno 5 litri d’acqua alla temperatura più alta che le etichette concedono. Lasciamo in ammollo gli indumenti per circa 20 minuti. Ora possiamo risciacquare i capi, procedendo con un secondo lavaggio con sapone delicato se lo riteniamo necessario.

Leggi anche:

Il lavaggio del pigiama è veramente molto importante, scopri quanto frequentemente è necessario e come farlo al meglio!

Qui, invece, trovi 8 consigli per asciugare rapidamente i panni in casa senza ricorrere all’asciugatrice

Infine, se ti stai chiedendo come lavare il piumino in casa senza andare in lavanderia, scoprilo qui

Foto sopra: Shutterstock