corredo ingiallito come lavarlo

Nella vita, per ognuno prima o poi arriva il momento di lasciare il nido e intraprendere la vita fuori dalla casa di famiglia. Il corredo di lenzuola è per i genitori, ma anche per i nonni, un modo per assicurarsi che tutto andrà per il meglio e che questa nuova avventura possa iniziare con un pensiero in meno. Per questo motivo il corredo ingiallito è il simbolo del tempo che passa, ma allo stesso tempo è un ricordo che vorremmo mantenere sempre vivo! Sbiancare il corredo è facile se si tengono a mente alcuni dettagli: il tessuto delle lenzuola e la delicatezza del capo che ormai ha una certa età.

Per far tornare brillanti i panni, le nostre nonne avevano diversi rimedi e quello che vi proponiamo non è molto diverso! Come al solito, questa ricetta può essere ricreata con ingredienti che possediamo già a casa.

Diversi corredi, diverso lavaggio

Per le lenzuola con pizzi e merletti dopo averle lasciate a bagno in acqua e sale per una notte almeno, procedete a lavarle con un sapone di Marsiglia liquido… e non strofinate! Sciacquatele a mano e stendetele rigorosamente all’ombra. Per tutte le altre lenzuola servirà dell’acqua tiepida, del sale e molto succo di limone. Questa soluzione è adatta a tenere in ammollo le lenzuola per qualche ora, prima di lavarle anche il lavatrice (programma delicati) e successivamente stirarle.

corredo ingiallito lavare

Come stirare il corredo

Dopo aver trattato il vostro corredo ingiallito e aver ritrovato il bianco perduto, è bene ricordarsi che anche stirare direttamente con il ferro le lenzuola potrebbe rovinare il tessuto. Utilizzate il vecchio trucco della pezza o del telo, da appoggiare tra il capo e il ferro. Regolate anche la temperatura, che non dovrà essere troppo alta! Riponete le lenzuola asciutte e stirate al buio e avvolte nella carta velina.

corredo ingiallito stirare