Come lavare e asciugare la seta nel modo corretto

È consuetudine pensare che i capi in seta si lavino solo a secco affidandoli alla propria tintoria di fiducia, ma questo non è del tutto vero. In questo articolo, viene spiegato come lavare e asciugare la seta in casa, senza danneggiare il tessuto.

La regola da tenere in mente è sempre quella di leggere l’etichetta del proprio capo in seta che suggerisce in che modo è possibile lavare il tessuto interessato.

Molto spesso capita che i simboli sull’etichetta indichino se il capo possa essere lavato in lavatrice o a mano, ma occorre comunque conoscere i modi corretti per non commettere spiacevoli errori.

Seta in lavatrice

Il lavaggio in lavatrice è il metodo più sconsigliato perché, a lungo termine, potrebbe aggredire e danneggiare la naturale brillantezza e morbidezza del tessuto. È comunque possibile ricorrere a questo lavaggio ma con alcuni accorgimenti.

Se si possiede una lavatrice moderna è possibile impostare il lavaggio specifico per la seta oppure impostare un lavaggio a freddo non oltre i 30° utilizzando un detersivo delicato.

Per evitare che la seta si danneggi all’interno della lavatrice, è consigliato avvolgere il capo in una retina oppure in un copriguanciale evitando abrasioni al tessuto.

Il modo corretto di lavare a mano la seta

Il lavaggio a mano è sicuramente il metodo più delicato per trattare la seta. Basta utilizzare dell’acqua tiepida, un detersivo delicato per i lavaggi a mano o uno shampoo per bambini e lasciare il capo ammollo per qualche minuto.

Non strofinare energicamente la seta, questo vanificherebbe tutte le premure adottate in precedenza.

Asciugare e anche stirare la seta

Per asciugare un capo così delicato, è meglio evitare il calore e quindi la luce diretta del sole. Il modo più corretto è appendere la seta in un luogo ombreggiato e umido. Non strizzare il capo, trovare un luogo in cui possa sgocciolare e asciugarsi lentamente è fondamentale, può essere anche la doccia.

Anche se risulta difficile crederlo, ci sono casi in cui i capi in seta si possono stirare. Ovviamente, questo deve essere riportato sull’etichetta dell’abito.

Per stirare la seta bisogna impostare al minimo la temperatura del ferro e appoggiare sul capo un panno in cotone. In questo modo il calore è controllato e distribuito nel modo giusto e non danneggia il tessuto in nessun modo.

Eliminare le macchie più insistenti dai capi in seta

Se le macchie sul vostro capo di seta sono insistenti o peggio sono macchie di olio o di vino, è possibile ricorrere al cosiddetto “metodo della nonna”.

Prima del lavaggio, si cosparge del borotalco sulla macchia e si lascia agire finché essa non si è completamente assorbita. Dopo questo passaggio, bisogna eliminare il prodotto in eccesso con una spazzola morbida, delicatamente.

L’altro metodo consiste nel passare un batuffolo di cotone imbevuto di aceto bianco sulla macchia, lasciandolo agire per pochi minuti.