4 soluzioni efficaci per far profumare più a lungo il bucato

A volte, dopo aver lavato bene il bucato, è possibile sentire ancora qualche odore poco piacevole. Per far profumare più a lungo la biancheria e i vestiti non è necessario spendere una fortuna in detersivi o cambiare la lavatrice, perché seguendo questi consigli veloci e pratici il risultato è garantito davvero!

1) Gli oli essenziali

Gli oli essenziali, oltre ad essere una soluzione per pulire e profumare la casa, sono degli alleati preziosissimi per far profumare il bucato più a lungo.

Scegliete la fragranza che più vi piace e aggiungete 20 gocce all’ammorbidente che usate solitamente. Gli oli essenziali più indicati sono: la lavanda, la melissa, il cedro e il sandalo. Un altro impiego degli oli nel bucato è quello dei foglietti per l’asciugatrice. Basterà ritagliate dei pezzetti di stoffa, riporli in una scatola e prima di lavare, prenderne un pezzetto e versargli 15 gocce di olio essenziale e, successivamente, disporlo nel cestello. Infine, potrete fare un’acqua spray profumata da usare per inumidire prima di stirarlo, mettendo in un flacone spray 250 ml di acqua, 2 cucchiai di bicarbonato e 10 gocce di olio essenziale a piacere.

Oli essenziali

2) Il detersivo

A volte il problema è proprio il detersivo che si utilizza per lavare la biancheria ad essere il vero colpevole. Per avere un bucato super profumato basterà cambiare il detersivo, aggiungendo del sapone di Marsiglia liquido al vostro normale detergente. Questo, essendo fatto esclusivamente con ingredienti naturali, non irriterà la pelle più sensibile e lascerà il bucato profumato per giorni e giorni.

Detersivo

3) L’asciugatura

Un altro passaggio importante affinché il bucato profumi più a lungo è l’asciugatura. Infatti, A volte il cattivo odore può proprio dipendere da questa fase non corretta. Quindi sarebbe bene stendere i capi all’aperto ma non quando sono previste giornate umide o di nebbia. Quando non fosse possibile è necessario utilizzare qualche trucco per stendere i panni in casa oppure impiegare un’asciugatrice.

Bucato steso

4) I sacchetti profumati

I sacchetti per profumare il bucato sono un ottima soluzione ma da utilizzare solo dopo che tutto sarà ben asciutto. Infatti questi andranno sistemati nei cassetti e negli armadi in cui saranno riposti gli abiti e la biancheria. In commercio potete trovarne già di pronti in diverse fragranze ma è possibile realizzare i sacchetti profumati anche con il fai da te.

Sacchetti profumati

5) Una lavatrice pulita

Fondamentale è la pulizia del cestello. Essendo infatti la parte in cui si mette il bucato deve essere opportunamente igienizzata. Bisogna eliminare le incrostazioni in modo tale da ridurre il rischio di cattivi odori. Per pulire il cestello si possono semplicemente usare aceto di vino bianco o specifici prodotti per la lavatrice. Dopo averlo pulito con queste cose asciugatelo con un panno, programmate un lavaggio con acqua calda e un prodotto per pulire la lavatrice e infine aprite lo sportello per arieggiare.

6) Le saponette

Per profumare il bucato sono ottime anche le saponette che si possono tenere negli armadi e nei cassetti assieme alla biancheria. Scegliete quelle con il profumo che preferite da sistemare con i vostri vestiti puliti in modo tale che conservino a lungo l’odore di pulito. Potete semplicemente inserirle in sacchetti in mussola di cotone o bustine realizzate in tessuto leggero così da permettere al profumo delle saponette di diffondersi meglio.

7) Gli spray per tessuti

Per mantenere i vostri capi profumati potete optare per l’utilizzo di deodoranti spray per tessuti. Esistono dei prodotti industriali specifici ma si possono anche preparare in casa. Basterà riempire un flacone spray con dell’acqua alla quale vanno unite alcune gocce di olio essenziale, scegliete pure quello che preferite. Ricordate però che ci sono alcuni oli essenziali che possono macchiare tessuti leggeri o chiari quindi sarebbe opportuno fare una prova su capi a cui non tenete particolarmente prima di usarli su tutto.

8) I gessetti profumati

Per profumare il bucato si possono anche usare gessetti profumati fatti in casa. Gli ingredienti che servono per realizzarli sono sostanzialmente gesso, acqua e oli essenziali. Volendo potete anche usare del colorante alimentare o degli acquerelli se preferite dei gessetti colorati. Per fare i gessetti per ogni bicchiere d’acqua usato ne servono due di gesso, poi l’olio essenziale e scelto. Quando versate il composto negli stampini assicuratevi di eliminare le bolle d’aria. Quando il gesso sarà asciugato saranno pronti.

9) L’amido di mais

L’amido di mais può rivelarsi un ottimo alleato, soprattutto da usare sui capi d’abbigliamento quando li stirate. Sarà sufficiente mescolare un cucchiaino di amido di mais, 15 gocce dell’olio essenziale che preferite e acqua. Inserite tutto all’interno di uno spruzzino e prima di stirare gli abiti vaporizzateli con l’appretto.

10) Lavare subito i capi bagnati

Siccome i vestiti sporchi e umidi possono emanare un odore fastidioso anche prima ancora di aver fatto il bucato, è consigliabile mettere immediatamente in lavatrice gli indumenti bagnati cosicché non prendano un cattivo odore. Se volete un bucato profumato e questo non è possibile evitate di lasciare i capi bagnati nel cesto della biancheria sporca ma lasciateli all’aria ad asciugare.