abbinare-vino-birra-cibo

Una delle domande che ci si pone più spesso, specie se si deve preparare un pranzo o una cena importante è come abbinare la birra o il vino ai propri piatti culinari. Gli accostamenti devono essere fatti con attenzione, perché è proprio vero che un buon bicchiere di vino o di birra sono in grado di esaltare il gusto dei piatti preparati. Ma vediamo nel dettaglio gli abbinamenti migliori tra birra, vino bianco e rosso e gli alimenti.

Come abbinare la birra al cibo: consigli utili

L’abbinamento della birra al cibo parte innanzi tutto con la scelta della qualità migliore in base al tipo di piatto o menù che s’intende preparare. La birra presenta di base 3 percezioni differenti: acide, dolci e amare. Inoltre, ci sono birre più frizzanti con maggior anidride carbonica e birre che invece si presentano meno frizzantine e dal sapore di solito più amaro e liscio.

La scelta della birra dev’essere fatta attentamente, per trovare un’ampia scelta e allontanarsi dai marchi troppo commerciali che si trovano in ogni supermercato ci sono diverse alternative, come Hopt birre, dove è possibile rintracciare anche birre pregiate, artigianali e che offrono una tasting più ampio.

Ma come abbinare la birra a cena o pranzo? L’abbinamento più classico è sicuramente con la pizza, ma anche focacce, fritti misti, rustici, preparazioni a base di pan brioche o di pasta sfoglia. La birra infatti, è perfetta con tutti quegli alimenti un po’ grassi e pesanti ma davvero gustosi.

Una cosa che forse non sai è che la birra si accompagna molto bene al formaggio. Infatti, l’anidride carbonica e l’amaro del luppolo permettono insieme di ripulire il palato dalla sensazione grassa che viene lasciata dal formaggio, consentendo l’assaggio di vari formaggi in modo corretto.

La birra ultimamente sta approdando però anche come abbinamento con alcuni piatti più sofisticati e diversi dal solito. Infatti, la birra può essere abbinata al sushi e al pesce crudo in generale. Ma anche ai risotti e ad alcuni piatti di carne a base di pollame.

Abbinamento vino rosso e cibo

Se preferite un abbinamento tra il vino e il cibo allora sarete curiosi di sapere come andare ad accostare un buon rosso ai vostri piatti.

Il vino rosso ha un sapore che viene influenzato dal tannino che si trova all’interno delle bucce dell’uva e che può portare a una sensazione astringente. Quindi è importante scegliere il rosso con il giusto livello tannico in base al piatto che si vuole degustare.

I vini con alti livelli tannici come il Nebbiolo, il Tannat, il Cabernet Sauvignon sono indicati con carni rosse e formaggi grassi. Questi vini sono ideali con arrosti, selvaggina, salumi saporiti e affumicati, oppure con zamponi e cotechini.

I vini rossi corposi meno tannici si accostano bene anche ai primi piatti a base di funghi o di tartufo, oppure ai primi a base di carne. Con il pesce e la carne di maiale più magra un rosso primitivo è sicuramente una scelta più idonea, in quanto nei vini giovani i tannini sono meno presenti e quindi il sapore è meno intenso.

Come abbinare i vini bianchi al cibo

Infine, naturalmente parliamo dei vini bianchi. L’abbinamento classico del vino bianco è con pietanze dal gusto delicato. Un calice di vino bianco secco va bene con primi piatti a base di pesce, con pesci azzurri o più grassi come salmoni, trote, sgombri, tonno. Inoltre, si abbina bene anche ai formaggi e alle carni bianche, oppure ai piatti a base di verdure. Il vino bianco frizzante è ideale per primi piatti leggeri, per la tempura, la frittura di pesce, con il sushi e anche con la pizza. Infine, il vino bianco rimane l’abbinamento perfetto con dessert e dolci, in questo caso scegliere un millesimato è consigliabile, per gustare in modo corretto anche il dolce.