focaccia

Preparare prodotti da forno in casa è sempre una bella soddisfazione. Oggi grazie ai forni moderni e alle tante attrezzature disponibili si può preparare praticamente tutti in casa ottenendo dei risultati soddisfacenti. Uno dei prodotti da forno più allettanti e gustosi è sicuramente la focaccia fatta in casa. Ma come prepararne una che sia al contempo fragrante e morbida? Scopriamolo insieme!

Scegli la ricetta giusta

Esistono milioni di ricette per la preparazione della focaccia fatta in casa.

Naturalmente, il consiglio è di scegliere quella che ti piace di più e che presenta ingredienti semplici e genuini. In linea generale, la ricetta della focaccia prevede: olio, lievito, farina, sale e acqua. Insomma, sono davvero semplici, la cosa più importante sta nella preparazione e lavorazione dell’impasto. Inoltre, puoi provare anche ricette più gustose o alternative come ad esempio la focaccia alla zucca, oppure con i pomodorini.

Scegli un tegame per focaccia idoneo

Per una buona focaccia il consiglio è di optare per un tegame che sia apposito per questa preparazione. I tegami per focaccia idonei devono presentare una struttura in ferro o lamiera e all’interno dovrebbero essere antiaderenti. Infatti, se il tegame è antiaderente si può ottenere la giusta friabilità anche senza mettere troppo olio sul fondo, rendendo così la focaccia più digeribile.

Impasto e lievitazione

Un occhio di riguardo dev’essere dato sicuramente alla preparazione dell’impasto e alla lievitazione. L’impasto se viene preparato all’interno di un’impastatrice domestica, potrà venire anche più morbido, senza difficoltà di lavorazione. Si consiglia un impasto dunque ben idratato e morbidissimo da lasciar lievitare in una coppa, coperta con uno straccio bagnato. Un buon impasto per la focaccia dovrebbe contenere poco lievito e lievitare dalle 6 alle 24 ore, a seconda della ricetta che si segue. Maggiore sarà la lievitazione più grandi saranno le bolle d’aria al suo interno e soprattutto si potrà avere un prodotto morbido all’interno e al contempo leggero come una nuvola.

Farina di alta qualità

Per fare la focaccia bisogna utilizzare la farina 00 e un po’ di farina di semola. In entrambi i casi le farine dovrebbero essere di alta qualità al fine di ottenere un prodotto gustoso e friabile. Un’ottima farina di semola è quella di qualità Senatore Cappelli, mentre per la farina 00 si consiglia comunque di optare per grani biologici e possibilmente coltivati in Italia e non all’estero. Se si vuole preparare una focaccia più leggera si può sostituire anche la farina 00 con una farina 0 o di tipo 2. Oppure si può scegliere di prepararla con farine integrali, ai cereali, di kamut, farro e altri cereali integrali. Certo la lavorazione di queste farine diventa più complessa, ma sono una buona alternativa a chi preferisce non utilizzare la farina bianca.

Una buona cottura

Dulcis in fundo non ci può essere una buona focaccia senza una cottura fatta con attenzione. La prima cosa è impostare la temperatura del forno ad almeno 200°. Una volta impostata la temperatura in modo corretto bisogna attendere che il forno sia ben caldo, quindi si dovrebbe accendere prima di infornare la focaccia. Solo una volta che il forno è giunto a temperatura la potrai infornare. Dopo averla infornata la focaccia deve cuocere prima con la teglia posta più vicina al fondo. Quando il fondo sarà dorato allora la si potrà porre nel ripiano più alto del forno per farla dorare e diventare croccante anche in superficie.

Quando sarà dorata sia nella parte superiore sia inferiore la puoi uscire dal forno. Falla raffreddare in teglia. Solo quando esternamente la teglia diverrà fredda la puoi riporre in un piatto da portata oppure tagliare a pezzi. Se proprio non riesci a resistere alla focaccia calda allora dotati di pinze e di un bel coltello del pane per tagliarla quando è ancora fumante.