La manutenzione del climatizzatore è importante, ma la sanificazione è fondamentale. Pulire e igienizzare il climatizzatore, significa diminuire ed eliminare la pericolosissima carica batterica che si genera nell’aria condizionata, pericolosa per la salute, e migliorare l’efficienza del dispositivo.

Quante volte vi sarà capitato di accendere il climatizzatore di casa per poi accorgervi che l’aria aveva qualcosa di pesante o addirittura che l’apparecchio perdesse acqua sporca? Per evitare questi fastidiosi inconvenienti è necessario quindi procedere in modo accurato

Il passo più importante della sanificazione del climatizzatore avviene attraverso una corretta e costante pulizia dei filtri.

 È importante che tale pulizia venga eseguita almeno una volta all’anno, senza attendere che sia lo stesso apparecchio a segnalare i malfunzionamenti causati dai filtri sporchi.

Per la pulizia del filtro occorre procedere seguendo dei piccoli step. Ve li illustreremo passo dopo passo affinché riusciate a pulire e sanificare il vostro climatizzatore al meglio e avere una temperatura gradevole e un’aria pulita!

Ecco i 5 passi da seguire per pulire il climatizzatore>> 

Rimuovere i filtri

In primo luogo, dovrete individuare il sistema di apertura del vostro condizionatore, ogni dispositivo ne possiede uno specifico, e successivamente iniziare a rimuovere i filtri. L’estrazione sarà manuale, non occorrono attrezzi, dato che i filtri vengono dislocati solitamente all’interno di un portello a incastro.

filtri-condizionatore-smontabili

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

Lavare i filtri

A questo punto si passa al lavaggio: preparate una bacinella con acqua calda e sapone neutro, in quanto non aggressivo come i detersivi che, al contrario, sono sconsigliati, e procedete ad immergere i filtri. In seguito, risciacquate accuratamente allo scopo di non lasciare eventuali residui di sapone che comprometterebbero la qualità dell’aria diffusa dal climatizzatore, una volta in funzione.

img_128309066731985-873x500

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

Asciugare i filtri

E, per evitare lo stesso rischio, è necessario asciugarli bene, in quanto l’umidità che si verrebbe a creare, potrebbe essere causa di proliferazione di batteri e muffe. È sconsigliato lasciarli asciugare all’aria aperta perché potrebbero nuovamente sporcarsi di polvere, rendendo vano il lavoro precedentemente compiuto. 

filtri_02

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

Rimontare il climatizzatore

Non dimenticate di pulire anche l’unità interna del vostro condizionatore, un’azione che potrete effettuare mentre i filtri asciugano così da risparmiare tempo, con l’aiuto di un panno e dell’acqua calda. Infine procedete al rimontaggio dei filtri, che dovranno essere totalmente asciutti, e alla chiusura del sistema di fissaggio del condizionatore.

filtro-condizionatore

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

Prodotti igienizzanti

Se i filtri non vengono puliti da molto tempo, lavarli con soli acqua e sapone potrebbe non bastare. Probabilmente la carica di batteri presenti è molto alta e quindi molto più difficile da sconfiggere. A questo punto, per una maggiore sicurezza ci si può affidare a dei prodotti più specifici. In genere, si tratta di spray creati allo scopo di eliminare stafilococchi e tutti i principali e potenti batteri che si insediano nei condotti dell’aria dei climatizzatori. Sono di facile utilizzo, in quanto non presuppongono lo smontaggio dei filtri ma la diretta nebulizzazione nel dispositivo.

Pulizia-Condizionatori

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo su Facebook con i tuoi amici!