Sale aromatizzato: come realizzarlo in 10 gustose varianti

Avete mai pensato a quanto sarebbe sfizioso dare un tocco in più, quasi magico ai vostri piatti? Se la vostra risposta è sì, allora siete nel posto giusto perché qui imparerete a preparare il sale aromatizzato.

Il sale è un condimento il cui utilizzo in cucina si perde nella notte dei tempi, essendo stato usato per molte altre virtù tra cui quella di essiccare e dunque conservare i cibi, mantenendone inalterate le proprietà nutritive. Usato con moderazione (non dimentichiamo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ne raccomanda l’uso con parsimonia, essendo il sale responsabile dell’ipertensione), il sale insaporisce le nostre pietanze, dai primi piatti ai secondi di carne e pesce.

Ma se ci aggiungiamo anche degli aromi, o delle erbe, allora veramente daremo un tocco in più e per di più naturale alle nostre ricette!

Vediamo insieme 10 gustose ricette per preparare il sale aromatizzato:

1) Sale aromatizzato al limone

Bastano 2 o 3 cucchiai di sale grosso e la scorza di un limone biologico non trattato da mescolare nel tritatutto. La miscela va stesa sulla carta forno e seccata a 50° per 10 – 15 minuti e poi conservata in un vasetto sterilizzato e asciutto.

2) Sale al mandarino

Anche in questo caso usiamo 2-3 cucchiai di sale grosso o una decina di cucchiaini di sale fino.

Aggiungiamo nel tritatutto la buccia di mezzo mandarino e due o tre cucchiaini di pepe rosa tritato al momento. E procediamo come sopra con l’accortezza di far raffreddare il tutto prima di versarlo nei vasetti di vetro il sale.

3) Sale aromatizzato al rosmarino

Un classico degli abbinamenti di sapori mediterranei… sale e rosmarino! Bastano 500 grammi di sale fino e circa 6 rametti di rosmarino. In una padella antiaderente, mettete a fuoco medio il sale con il rosmarino asciutto a scaldare per circa dieci minuti.

Dopo aver fatto raffreddare il sale, chiudetelo nel barattolo di vetro ermeticamente per 12 ore per poi riaprirlo per togliere i rametti secchi e poi richiuderlo.

4) Sale aromatizzato alla mela

Servono 200 gr. sale grosso, due bucce di mela biologica, 1 cucchiaino raso di zucchero, 1 cucchiaino succo di mela. Dovete lasciare essiccare le bucce di mela in forno per un’oretta se volete sfruttare il caldo del forno dopo averne fatto uso, oppure a 50°C per una quindicina di minuti. Si frullano le bucce con sale, zucchero e succo di mela e si lascia di nuove essiccare a 50°C per un altro quarto d’ora abbondante.

A questo punto, il sale è pronto!

5) Sale aromatizzato al peperoncino

Poteva mai mancare il classico dei classici, l’afrodisiaco peperoncino? Certo che no! In questa versione piccante del sale si aggiunge anche la freschezza del timo. Si procede con lo sminuzzare le foglie di timo ben lavate e asciugate e nel metterle nel mixer con il sale grosso, poi si unisce il peperoncino. La miscela deve essere stesa su della carta forno e poi infornata a 150° per circa due ore. Si conserva in vetro ermetico.

6) Sale all’origano

Un altro protagonista della dieta mediterranea è l’origano che serve a dare un tocco in più non solo ai classici piatti di carne e pesce ma anche a ortaggi come pomodori e patate.

Si procede come con la ricetta del sale al peperoncino con l’accortezza di usare origano già essiccato, più intenso e profumato rispetto a quello fresco.

7) Sale all’arancia

Ancora una volta protagonisti gli agrumi con la loro raffinata freschezza e l’aroma inconfondibile. Si segue il procedimento del sale al limone. Meglio scegliere un’arancia proveniente da agricoltura biologica, cioè prodotta senza utilizzo di pesticidi e fertilizzanti chimici.

8) Sale aromatizzato alle erbe miste

Se si può fare il sale al rosmarino, all’origano, al timo… perché non usare queste erbe tutte assieme per dare un tocco a dir poco originale alle nostre pietanze?

Qui scatenate la fantasia: noi vi suggeriamo rosmarino, basilico, salvia, maggiorana, dragoncello, erba cipollina. A vostro gusto!

9) Sale limone e rosmarino

Per il pesce, l’abbinata rosmarino e limone è imperdibile. Le bucce e i rametti già essiccati vanno inseriti nel tritatutto con il sale. Quanto alle proporzioni, dipende dai gusti: se piace l’aroma intenso allora abbondate pure, se invece vi piace un aroma più delicato, allora in proporzione mettete più sale.

10) Sale aromatizzato alla lavanda

Passiamo a un accostamento ancora più insolito, quello tra sale e lavanda. È preferibile usare del sale integrale e della lavanda biologica. Si procede come nella ricetta per il sale al rosmarino.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo su Facebook! 

Potrebbe interessarti