Come coltivare l’ortensia: quante volte annaffiarla, trucchi e curiosità

Ortensie in vaso

L’ortensia fu portata in Europa nel XVIII secolo dal naturalista Philibert Commenson, al quale deve il suo nome; è una pianta forte, caratterizzata da colori accesi e una mole generosa, per questo molto scenografica.

Appartiene al genere di piante Hydrangea (dal greco, composto di hydor-, acqua, e angos, vaso), per le tipiche infiorescenze a forma di coppette per l’acqua; è un arbusto perenne, in grado di adattarsi a diversi climi e terreni.

Richiede qualche piccola attenzione, in particolare un buon rifornimento idrico, ma è una pianta robusta, abbastanza autosufficiente. Può raggiungere i 2 metri di altezza nella sua variante arbustiva, e addirittura i 15 metri per la specie rampicante.

Una delle sue caratteristiche principali è la grande varietà di colori che può assumere. Questa dipende in larga parte dall’acidità del terreno. Dovremo quindi tenere a mente anche questo dettaglio mentre decidiamo di piantarla, se abbiamo intenzione di creare anche giochi di colore particolari usando terreni di tipo differente per ogni vaso.

Scopriamo assieme come coltivare l’ortensia a casa in 10 step e come farla crescere rigogliosa:

Continua a leggere →

Potrebbe interessarti