ape sul fiore

Le api sono continuamente minacciate dai cambiamenti climatici, dai pesticidi, dall’inquinamento e stanno scomparendo in tutto il mondo. Ma cosa si può fare per aiutarle a sopravvivere? Molto semplice: piantare dei fiori.

Non serve per forza un giardino e grazie alle piante mellifere aiuteremo l’importante funzione impollinatrice di questi insetti da cui si ricava anche un ottimo miele. Quale fiore scegliere per abbellire il balcone o il giardino ed aiutare le api?

Nella gallery troverete tante piante, divise per stagione, con cui aromatizzare i vostri piatti, colorare la casa e che aiutano il sostentamento di questi piccoli insetti ma molto preziosi per tutti noi.

Non è necessario essere esperti di giardinaggio per poter godere dei profumi e dei colori della natura tutto l’anno, senza doversi impegnare troppo nella cura del verde.

Scopriamo insieme i 15 fiori da piantare in giardino o in balcone per aiutare le api, in ogni stagione :

1) Primavera: tulipano

Una tra le piante che potreste piantare in balcone in primavera, per attirare e nutrire le api, è il Tulipano, che è uno dei primi fiori a sbocciare in questa stagione. Si deve piantare il bulbo durante la stagione fredda, dove rimarrà quiescente per tutto l’inverno. È un fiore dalla storia affascinante, famoso in particolare è il tulipano nero.

Piante millifere: tulipano

2) Primavera: rosmarino

Un’altra pianta che favorisce la riproduzione delle api è il Rosmarinus officinalis. Il rosmarino è una pianta perenne mediterranea, rustica e molto facile da coltivare coltivare, perché anche resiste al freddo. I ramoscelli fioriranno in primavera con le nuove profumatissime foglie, che avranno una con tonalità che andrà dall’azzurro al viola tenue.

Piante millifere: rosmarino

3) Primavera: erba cipollina

Il nome scentifico è Allium schoenoprasum ed è una pianta annuale e spontanea che fiorisce nella stagione primaverile. I suoi fiori, di un color tenue viola, sono prelibati per gli insetti e soprattutto per le api. Inoltre, l’erba cipollina è coltivata per essere utilizzata in cucina e insaporire numerosi piatti.

Piante millifere: erba cipollina

4) Primavera: salvia

La Salvia officinalis è un’altra pianta che può crescere tranquillamente sul balcone ed aiutare le api. Infatti, i suoi fiori dal colore blu-viola, che sbocciano nella parte terminale dello stelo e sono molto graditi a questi insetti. La salvia è una perenne, gradisce molto il sole ma si adatta bene ai climi molto rigidi. La primavera è il periodo adatto per piantarla ma, dal momento che la crescita richiede molto tempo è consigliabile comprare delle piccole piante e dedicargli la giusta attenzione.

Piante millifere: salvia

5) Primavera: flox

I Flox sono piante perenni poco conosciute nel nostro Paese ed hanno una varietà molto ampia di colori. Queste piante ornamentali gradiscono moltissimo il sole ed il periodo della fioritura va da fine giugno a inizio settembre, mentre il periodo per la messa a dimora dei è in autunno. Inoltre, non richiedono molta acqua in quanto deve essere annaffiata nel momento in cui il terreno è asciutto da più giorni, in media ogni 2 settimane.

Piante millifere: flox

6) Estate: borragine

La Borago officinalis, comunemente conosciuta con i nome di borragine è una pianta annuale utilizzata per moltissimi scopi, sia in agricoltura e orticoltura come antiparassitario, sia in cucina sia in erboristeria. Questa pianta estiva è facile da coltivare, anche in vaso. I suoi fiori a forma di stella e di colore blu intenso attirano le api grazie ad un’elevata dose di nettare che contengono.

Piante millifere: borragine

7) Estate: lavanda

La lavanda, dal nome scentifico Lavandula officinalis è una pianta rustica che può essere cioltivata sia in vaso che in piena terra. È possibile piantare la lavanda partendo dai semi, seminando durante l’autunno nelle zone a clima mite, mentre è necessario effettuarla in primavera nelle zone a clima più freddo e per tutta l’estate vi donerà i suoi fiori dal classico colore blu-viola e le api saranno felicissime.

Piante millifere: lavanda

8) Estate: tagete

I tagete, detti anche garofani d’India, sono fiori molto utilizzati nei giardini e nei vasi, grazie soprattutto allo loro grande facilità di coltivazione e per la capacità di mantenere la fioritura per un lungo periodo. Molto profumato e dalle colorazioni intense è consigliabile, per la coltivazione, scegliere sia per le aiuole sia per i vasi, un terriccio con una buona percentuale di sabbia. Il periodo ideale per la semina è verso la primavera, come marzo-aprile, quando le temperature sono già sufficientemente calde.

Piante millifere: tagete

9) Estate: calendula

La calendula è una pianta molto facile da coltivare che regalerà molti fiori profumati dal colore arancione intenso. Il periodo per la prima semina è compresa tra fine marzo e inizio aprile ma nelle zone mediterranee del Meridione d’Italia si può seminare anche tra dicembre e febbraio. La calendula in vaso ha la necessita di aria e sole per poter fiorire e proteggersi autonomamente dalle malattie.

Piante millifere: calendula

10) Estate: malva

La malva, il cui nome scientifico è Malva sylvestris, è una pianta erbacea cespugliosa che fiorisce a partire dalla primavera e per tutta l’estate ma se si eliminano i fiori appassiti la fioritura si protrae fino all’autunno. Conosciuta per le sue proprietà antiinfiammatorie ed emollienti, è anche una ricca riserva di nettare per le api. Il fiore, che va dal rosa al violetto, si è dato appunto il nome di color malva.

Piante millifere: malva

11) Estate: girasole

Il Girasole, Helianthus annuus, è molto utile per la raccolta di nettare, da cui si ottiene un miele molto buono. Quindi, per ottenere i suoi bellissimi fiori in balcone dovrete piantare i semi di girasole nel periodo che va dall’inizio della primavera all’inizio dell’estate. Questa pianta cresce meglio in terreni umidi, fertili e correttamente irrigati e la fioritura avviene tra agosto e settembre.

Piante millifere: girasole

12) Estate: facelia

La facelia, Phacelia tanacetifolia, è un’altra pianta che le api gradiscono in modo particolare. La semina deve avvenire a inizio primavera e fiorirà dopo circa 6 settimane, verso maggio. La facelia ha bisogno della luce diretta del sole per molte ore al giorno e, di norma, basta l’acqua piovana, ma in caso di periodi di siccità va innaffiata regolarmente. Una volta fiorita, i suoi fiori dal colore viola intenso dureranno per 8-10 settimane.

Piante millifere: facelia

13) Autunno: topinambur o carciofo di Gerusalemme

Forse, non tutti sanno che, il Heliantus tuberosus, comunemente conosciuto con il nome di Topinambur o Carciofo di Gerusalemme appartiene alla famiglia dei girasoli. Questa pianta, che cresce anche spontaneamente, fiorisce con il suo giallo acceso in ottobre, la messa a dimora coincide con la fine dell’inverno, quindi potrete piantare il topinambur da metà febbraio fino a maggio e se vorrete raccogliere la sua radice commestibile è possibile farlo all’inizio dell’inverno successivo.

Piante millifere: topinambur

14) Autunno: crisantemo

Il nome scentifico del crisantemo è Chrysanthemum sp., è perenne ed è coltivabile in vaso e resistente ai climi più freddi. La riproduzione può avvenire per seme, talea o per divisione dei cespi, la semina si effettua a marzo-aprile e, ad ottobre e novembre, nei climi temperati, dona fiori dalle tonalità più diverse come ad esempio il rosso vivo, il giallo dorato ed il lilla. I fiori di questa pianta continueranno a colorare le giornate novembrine donando nutrimento alle api, prima del lungo sonno invernale.

Piante millifere: crisantemi

15) Inverno: violetta di Parma

La violetta di Parma, che è un’antica varietà, è il simbolo della città di Parma, che accosta questo fiore al ricordo di Maria Luigia, consorte di Napoleone e Duchessa di Parma. Questa è una pianta erbacea, perenne, con i suoi fiori doppi, molto fitti di petali, regalano profumo e bellezza da novembre a maggio.

Piante millifere: violetta di Parma

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici su Facebook!