Giardinaggio: 9 metodi casalinghi per piante sane e belle

Giardinaggio

Non tutti hanno il pollice verde e, quando si tratta di giardinaggio, ci vuole senza dubbio vocazione e una buona dose di pazienza.

Curare le piante, l’orto e il giardino richiede impegno, devozione e molta attenzione, ma anche un pizzico di ingegno. Gli stessi ottimi risultati possono infatti essere ottenuti sia con le tradizionali tecniche di giardinaggio che con metodi alternativi naturali e fantasiosi.

Non sarà più necessario comprare mille prodotti diversi o dannarsi per impedire alle lumache di mangiare l’insalata, perché a fare la differenza sono metodi semplici ed efficaci con oggetti che hai già a casa!

Scopriamo insieme 9 geniali tecniche alternative casalinghe per il giardinaggio:

1) Uovo crudo

A molti sembrerà bizzarro, ma l’uovo crudo può agire da fertilizzante naturale se messo all’interno di un vaso pieno di terra. Il suo effetto entrerà in azione non appena inizierà a decomporsi. Per il medesimo scopo vanno bene anche i soli gusci d’uovo, che possono fungere anche da ottimi antiparassitari naturali. Basta ridurli in pezzi e metterli alla radice delle piante per favorirne la crescita. La loro azione antiparassitaria allontana lumache, bruchi e tutti i vermi che potrebbero attaccare le foglie.

Uovo crudo per giardinaggio

2) Carta igienica o forchette di plastica

Avete mai pensato o provato a utilizzare la carta igienica come vaso per piantare i semi?

O le forchette di plastica piantate nel terreno per tenere lontani i piccoli animali che popolano i nostri giardini? Provare per credere!

Carta igienica e forchetta di plastica

3) Rose e patate

Anche piantare una rosa in una patata è possibile e utile allo scopo! Con un cacciavite o un chiodo pulito, è sufficiente fare un buco in una patata e inserirvi un rametto di rosa, sotterrando successivamente la patata nel terreno umido. I rametti inizieranno a germogliare già dopo pochi giorni.

Patata giardinaggio

4) Peperoncino

Un altro metodo insolito ma altrettanto efficace per il giardinaggio è offerto dal peperoncino, che agisce nella doppia funzione di fertilizzante e antiparassitario naturale, grazie a una sostanza denominata capsaicina.

Bastano appena 2 grammi di polvere di peperoncino sciolti in un litro d’acqua, per curare le piante malate. L’acqua di cottura delle verdure, invece, può essere utilizzata come ricostituente per le piante, essendo ricchissima di sali minerali e altre sostanze nutritive. Per poterla utilizzare, però, è importante che non sia salata e che sia stata conservata in un contenitore ben chiuso e in un luogo asciutto.

Peperoncino rosso

5) Yogurt scaduto

Sembra strano, ma è possibile riutilizzare lo yogurt scaduto per fertilizzare le piante.

In questo modo te ne prenderai cura a costo zero e senza usare agenti chimici. Versate una vaschetta di yogurt in un annaffiatoio e diluitelo con acqua. A questo punto, mescolate e innaffiate le piante. Et voilà, saranno sane e rigogliose!

6) Propoli

La propoli è uno degli elementi più preziosi e indicati per la cura delle piante, soprattutto quelle da appartamento. Può essere usata a soluzione acquosa o idroalcolica. La soluzione alcolica favorisce l’autodifesa delle piante e la loro cicatrizzazione in caso di potatura o condizioni atmosferiche particolari. Sciogliete circa 20 grammi di soluzione acquosa o idroalcolica in 1 litro d’acqua.

Spruzzate il composto sulle vostre piante ed è fatta!

7) Sapone di Marsiglia

Il Sapone di Marsiglia è un ottimo insetticida. Rende infatti l’ambiente poco favorevole alla riproduzione di insetti che potrebbero nuocere alle piante. Se solido, sciogliete circa 20 grammi di scaglie di sapone in 1 litro d’acqua, o circa 20 centilitri se liquido, sempre in 1 litro d’acqua. Spruzzate sulle foglie delle piante il composto, assicurandovi che sia uniformemente distribuito. Attenzione: per piante come azalee, gardenie e begonie, il sapone di Marsiglia è fitotossico. In generale, prima di spruzzarlo su una pianta, è meglio provare a trattare prima una sola foglia e testarne la reazione.

8) Olio di semi

In generale, un olio di origine vegetale evita l’insediamento di insetti e funghi nocivi per le piante. Potete usarlo applicandolo direttamente sulle foglie con un pennello. In alternativa, potete mescolare olio di neem con acqua e spruzzarlo direttamente sulla pianta interessata.

9) Bicarbonato di sodio

Poteva forse mancare il bicarbonato di sodio? Ovviamente no. Nel giardinaggio è molto utile come fungicida per le piante, ed è molto semplice da preparare: sciogliete due cucchiai di bicarbonato di sodio in 1 litro d’acqua. Mescolate il composto fino a che tutto il bicarbonato non si sarà sciolto.

Versatelo quindi in un contenitore spray e vaporizzatelo sulle vostre piante, non sul terreno!

Se l’articolo ti è stato utile, condividilo su Facebook! 

Pubblicità

Potrebbe interessarti