Finalmente anche chi vive in città non deve più rinunciare al sogno di poter avere un proprio orto. Grazie a questa semplice guida sarete in grado di costruire un orto verticale attraverso l’utilizzo dei pallet.

Pallet, la struttura portante

La prima cosa da fare è procurarsi il pallet, la pedana di legno che farà da struttura portante per la realizzazione dell’orto verticale. I magazzini e i supermercati ne sono pieni dato che le pedane hanno la funzione di bancali per il deposito e trasporto delle merci.

Una volta svolta la loro funzione, i pallet vengono cestinati ed è facile trovarne molti all’esterno dei luoghi commerciali. L’importante è scegliere assi in buono stato e di tipo trasversale cosicché non vi sia uno spazio eccessivo tra di esse.

Carteggiate e verniciate l’area di lavoro

A questo punto occorre trasformare i vostri pallet per renderli adeguati allo scopo. La prima cosa da fare è carteggiare le assi così da eliminare eventuali schegge di legno presenti. Una volta che la superficie sarà liscia, passate l’impregnante. Due mani saranno più che sufficienti per proteggere le assi dalle intemperie dato che l’orto verticale verrà istallato all’esterno della vostra casa. Fate asciugare i pallet e poi procedete con la verniciatura. La scelta del colore è personale ma il nero effetto lavagna è molto utilizzato dato il contrasto che crea con il colore verde delle erbe aromatiche dell’orto.

Create le sacche per le vostre erbe aromatiche

A questo punto bisognerà riempire lo spazio tra un asse e l’altro con dei sacchetti. Essi andranno a contenere le piantine che deciderete di coltivare nell’orto verticale. Dunque, procuratevi un telo nero per pacciamatura che permetta la traspirazione e lo scorrimento dell’acqua. Le dimensioni dovranno essere sufficienti da poter ricavare tanti rettangoli quante sono le piante che vorrete coltivare. Una valida alternativa al telo è rappresentata dai sacchi di iuta o plastica. Posizionate ogni rettangolo di telo sui pallet, creando delle sacche tra gli assi e fissate con una graffettatrice. Se il telo eccede, ritagliate l’avanzo con un paio di forbici.

Il terriccio per dar vita all’orto verticale

L’ultimo step consiste nello scegliere e posizionare il terriccio. Quest’ultimo è facilmente acquistabile nei vivai e in qualsiasi negozio di piante ma l’importante è che sia adatto alla coltivazione delle piante orticole come pomodori, insalata o piante aromatiche. Dunque, una volta in possesso di un terriccio di buona qualità, versatelo all’interno delle sacche create con il telo e compattatelo premendo con le mani. Poi, piantate i semi delle vostre erbe aromatiche e il gioco è fatto.

Infine appendete il vostro orto al muro o alla ringhiera, avendo cura di scrivere il nome di ogni pianta sotto il sacchetto corrispondente, direttamente sull’asse che la sostiene.