Quali sono le parti più importanti di un trattorino e come fare manutenzione

trattorino

Procedere alla manutenzione ordinaria e straordinaria di un trattorino tagliaerba è importante non solo per poterlo utilizzare sempre al massimo delle sue capacità, ma anche e soprattutto per allungarne la vita. Comprare un trattorino è un vero e proprio investimento. Non fare manutenzione potrebbe voler dire ripetere la spesa nell’arco di poco tempo.

Per poter avere cura del proprio trattorino è indispensabile conoscerne le parti importanti e quelle che necessitano di maggiori attenzioni. Vediamo quali sono e come fare con questa breve guida.

Pulizia del trattorino

La manutenzione e la cura di un attrezzo di questo genere iniziano dalla pulizia.

Dopo ogni utilizzo del trattorino per la cura del prato occorre che tutti i residui di erba vengano rimossi. In questo modo l’apparecchio potrà essere utilizzato senza sottoporlo a sforzi.

Quindi, occorre procedere pulendo le lame e tutta la parte inferiore, prestando attenzione alle parti vicino al cestello, nel caso in cui sia presente, perché la maggior parte dei residui si accumulerà proprio lì. Procedere costantemente con la pulizia di questa area permette alle lame, parte essenziale del tagliaerba, di mantenere l’affilatura a lungo nel tempo, senza il bisogno di rivolgersi a un esperto.

La pulizia può avvenire con un getto d’acqua, prestando attenzione affinché le lame si asciughino completamente.

Inoltre, è importante controllare che le lame siano perfettamente equilibrate, per evitare che la trasmissione si danneggi e il traforino diventi inutilizzabile.

Il motore: come prendersene cura

Altro elemento importante del trattorino tagliaerba è il motore, in genere alimentato a benzina; un motore, quindi, molto simile a quello delle auto, e che ha bisogno di periodica manutenzione dei seguenti componenti.

  • Filtro dell’aria: da pulire con compressore ad aria per mantenere una buona potenza.
  • Olio motore: controllare il livello ed eventualmente rabboccare. Un comportamento importante per permettere al motore di essere sempre efficiente.
  • Candele: elemento responsabile della qualità della combustione, da controllare alloggiamento e filettatura.

Prima del riposo invernale

Quelle viste finora sono le procedure di manutenzione ordinaria a cui sottoporre il traforino anche durante il periodo estivo e durante il suo utilizzo, per prendersi cura delle parti più importanti. Ma prima di riporlo in vista della stagione invernale, occorre procedere con dei controlli di fine stagione, che coinvolgono altre parti indispensabili dell’apparecchio.

Gli pneumatici devono essere controllati affinché possano essere eventualmente riparati, gonfiati e cambiati. È inoltre consigliabile scollegare la batteria nel caso in cui non si dovesse utilizzare il trattorino per molto tempo.

Lasciando la batteria collegata, si potrebbe sottoporre l’apparecchio a una lieve tensione, e potrebbe scaricarsi pur non essendo utilizzato.

Occhio di riguardo anche per il serbatoio della benzina, per evitare che si formino depositi di liquidi che potrebbero danneggiare seriamente il motore e il carburatore. Infine, prima dell’inizio stagione, è importante controllare il serraglio dei bulloni e la cinghia della trasmissione, che deve essere cambiata nel caso in cui dovesse presentarsi eccessivamente usurata.

Pubblicità

Potrebbe interessarti