10) Non farne nulla

Le foglie che restano a terra proprio dove sono cadute subiranno un lento e graduale processo di decomposizione grazie all’intervento di funghi, batteri e vermi. Questo processo naturale le trasformerà in humus e, in quanto nutrienti per gli altri vegetali, quelle che un tempo erano foglie verranno infine reintegrate appieno nel loro ambiente di provenienza. Nessun bisogno di rastrellarle, di metterle in un sacco o di inserirle in un macchinario per il compostaggio; il cerchio naturale si chiuderà da solo senza bisogno dell’intervento umano.

Foglie autunnali a terra