Quando e come effettuare un cambio serratura: a chi rivolgersi?

cambio serratura

Tra i sistemi di sicurezza che assicurano privacy e protezione alla casa, spicca la serratura. Attraverso l’installazione o il cambio della serratura, infatti, è possibile chiudere la porta di ingresso a chiave, impedendo a qualsiasi intruso di accedere al proprio ambiente domestico. Oggi, le serrature possono essere di diverso tipo. Ciononostante, tutte puntano ad assolvere alla medesima mansione: garantire la sicurezza di chi le utilizza.

Le serrature permettono a chi le installa di assicurare la propria incolumità e quella della famiglia, anche quando la casa si trova in contesti particolari. Unita ad altri sistemi come la porta blindata, ad esempio, la serratura è in grado di fornire ancor più privacy e isolamento dall’esterno.

In ogni caso, come ogni altro bene materiale, anch’essa è soggetta a usura e, se alcune volte una semplice riparazione è sufficiente, altre è necessario sostituire l’intero meccanismo.

Può accadere, dopo svariati anni, che la serratura subisca un guasto irreparabile che richieda l’intervento di un esperto. Tutto dipende dalla propria manualità e dal tipo di meccanismo che è stato montato. Spesso, poi, capita che una rottura del genere sopraggiunga in un momento scomodo, magari prima di una partenza o sul far della sera. In questi casi diventa necessario rivolgersi ad un professionista che agisca in tempi brevi.

Chi vive in Toscana, in prossimità del capoluogo regionale, può rivolgersi al servizio di questo fabbro pronto intervento a Firenze per godere di professionalità, efficienza e velocità al top. Prima di procedere, comunque, andiamo a vedere come e quando cambiare una serratura.

Come cambiare la serratura

Oltre a chiamare un fabbro, quando si ha tempo e voglia di sperimentare si può provare a cambiare la serratura in autonomia. La prima cosa da fare è comprendere quale sia la marca e lo stile per poter acquistare un ricambio utile. In un secondo momento, individuiamo le misure di maniglia e pomello, se intendiamo cambiarli.

Adesso potremo procedere togliendo il pomello interno, quando possibile, staccando le molle che lo tengono in posizione. Una volta estratto, potremo rimuovere le coperture interne con maggiore facilità.

Adesso possiamo accedere alle sezioni della serratura da smontare e potremo procedere agendo sulle due viti interne per staccare il meccanismo. Possiamo iniziare rimuovendo il gruppo della maniglia, svitando le due viti del gruppo sul lato della porta e agendo anche sul montante di quest’ultima. Poi potremo procedere con il montaggio della nuova serratura iniziando col fissare il chiavistello nella bocchetta della battuta.

Installiamo la nuova serratura infilando le parti esterne dentro al foro e testiamo il movimento del meccanismo della serratura con la chiave. Infine, potremo stringere le viti rimanenti ed effettuare gli ultimi controlli. La regolazione della serratura sarà, poi, una pratica da effettuare su alcuni modelli per ottenere una serratura registrata in maniera adeguata.

Quando si cambia la serratura?

La serratura non va cambiata soltanto in caso di guasti. Si consiglia, infatti, di procedere con la sostituzione anche quando si va a vivere in affitto o si compra una nuova casa, per assicurarsi di essere gli unici ad avere accesso alla proprietà.

Un’altra dinamica che richiede la sostituzione del meccanismo è la perdita delle chiavi. Un malintenzionato potrebbe ritrovarle e seguirvi fino a casa, con pericolose conseguenze.

A seguito dei lavori di ristrutturazione più intensivi, è il caso di procedere anche con un cambio di serratura. Stesso discorso, in caso di furto o tentata effrazione. Dopo essersi separati dal proprio partner, sarebbe il caso di tagliare ogni ponte con un cambio di serratura, specie quando non ci si lascia in buoni rapporti. Inoltre, è consigliabile cambiare serratura ogni 10 anni per evitare malfunzionamenti indesiderati.

Potrebbe interessarti