arredare-il-bagno-con-le-piante

Arredare il bagno con le piante era un’abitudine molto diffusa negli anni ’70 ma oggi questa moda è tornata in auge. Un bel vaso rigoglioso rende la stanza immediatamente più bella e, anche quando si tratta di un bagno, le piante hanno la capacità di impreziosirlo. Inoltre le piante assorbono l’umidità prevenendo così l’insorgenza della muffa che minaccia gli angoli dei nostri bagni. 

Arredare il bagno con le piante: un ambiente particolarmente difficile

Il bagno può essere un ambiente particolarmente difficile da arredare con le piante perché, durante la doccia o il bagno, la stanza si riempie di vapore molto caldo.

Durante la notte o di giorno quando non siamo a casa la temperatura può scendere molto. In più, non tutti i bagni hanno la finestra e ciò significa che, quando ci troveremo a scegliere le piante per arredarlo, dovremo tener conto di tutti questi fattori.

Le piante più adatte per arredare il bagno finestrato

Per arredare il bagno con le piante la cosa più importante da tenere in considerazione è la luce. Se il vostro bagno è finestrato potete puntare sull’aloe vera. Si tratta di una pianta estremamente utile in casa, ottima per curare ustioni ed irritazioni della pelle oltre che per preparare centrifugati e creme fai-da-te. La luce diretta del sole potrebbe bruciarne le foglie ed è dunque perfetta nei bagni in cui i raggi del sole filtrano da una finestra.

L’asparagina è una pianta dal verde brillante che si sviluppa in cespugli rigogliosi adatti a scendere da una fioriera appesa al soffitto o ad una mensola. Un’altra pianta che ama l’umidità e necessita di una buona esposizione alla luce è il filodendro, una pianta tropicale dalle bellissime e grandi foglie.

Se preferite i fiori colorati ai cespugli verdi, per arredare il bagno con le piante potete scegliere le orchidee. I bagni con finestra sono ambienti ottimi per la loro crescita, a patto che la temperatura rimanga sempre piuttosto calda.

arredare-il-bagno-finestrato-con-le-piante

Arredare un bagno cieco con le piante

Per arredare il bagno con le piante quando la luce è davvero poca, è meglio orientarsi verso altre specie. Il bambù è ottimo per i bagni ciechi o nei quali la luce filtra in maniera indiretta. La begonia ha una capacità formidabile di assorbimento dell’umidità. Questa pianta ornamentale e lussureggiante si adatta bene anche negli ambienti privi di luce.

Per andare sul sicuro, scegliete il pothos. È una pianta praticamente indistruttibile, capace di adattarsi a qualsiasi ambiente. Il pothos da il meglio di sé come pianta sospesa e, se la sua crescita rallenta, sarà sufficiente tagliarne le estremità.

Infine le felci: queste piante hanno un’ottima resistenza agli sbalzi di temperatura e amano l’umidità. Alcune qualità riescono a sopravvivere con pochissima luce proprio perché in natura crescono nei freddi sottoboschi.

Leggi anche

Pensi che la felce sia la pianta più adatta per il tuo bagno? Ecco alcuni consigli per farla crescere rigogliosa

Se invece il tuo bagno è più adatto ad ospitare un’aloe vera ecco i consigli per coltivarla

Non solo in bagno: ecco le piante da appartamento che ti aiutano a migliorare l’aria di casa