Miti e mode da dimenticare per arredare la casa in maniera elegante

arredare-casa-elegante

Mobili e oggetti di design, un po’ come gli abiti, subiscono l’influenza delle mode passeggere o dei miti di fantomatici esperti da tastiera. Arredare la casa in maniera davvero elegante però significa progettare un ambiente confortevole con mobilia di qualità in grado di resistere alle tendenze del momento. 

Per arredare la casa le dimensioni contano

Tra i miti più assurdi che continuano a circolare in fatto di arredamento c’è quello di scegliere un tappeto piccolo per far apparire la stanza più grande. Niente di più sbagliato. Oltre a non ottenere l’effetto sperato, un tappeto troppo piccolo comporta diversi svantaggi. Può far apparire la stanza disordinata, ma soprattutto potrebbe farvi inciampare! Un tappeto, ad esempio quello del salotto, dovrebbe essere sufficientemente grande da arrivare fin sotto i divani o sotto le gambe del tavolo.

Il motivo? Uniformare lo stile della stanza e tenerlo ben fermo e aderente a terra.

Anche per quanto riguarda l’arredo a parete vale lo stesso principio. Non cedete mai alla tentazione di preferire tanti oggetti piccoli a uno grande. Che si tratti di scaffalature, mensole o quadri, valutate con cura le dimensioni più adatte per occupare lo spazio con 1 o massimo 2 oggetti.

Le mode a stelle e strisce che dovremmo dimenticare per sempre

Tra le mode giunte a noi dagli Stati Uniti di cui avremmo fatto volentieri a meno ce ne sono 2 difficili da estirpare.

La prima riguarda i cuscini. Impossibile non notare l’enorme quantità di cuscini su divani e letti presenti nelle serie e nei film hollywoodiani. I cuscini certamente rendono l’ambiente immediatamente più caldo e confortevole ma bisogna tenere presente una cosa importantissima. La metratura media di una casa americana si aggira intorno ai 245 mq mentre in Italia siamo intorno agli 80 mq. Ciò significa che quello che in video vediamo come lussuoso e ordinato, riportato in casa nostra risulterebbe asfissiante e disordinato.

Per completare l’arredo dei nostri salotti e delle nostre camere da letto sono sufficienti 3 cuscini e delle belle federe coordinate.

Altra moda che risulta davvero di cattivo gusto nelle nostre case sono le scritte a parete. In primis per questioni di spazio e poi perché solitamente si tratta di adesivi o quadretti di pessima qualità. Le uniche concesse, almeno secondo il parere degli esperti in interior design sono quelle applicate o dipinte nella camera dei bambini. Per tutte le altre pareti meglio impreziosirle con un bel quadro, una stampa o una tinta a contrasto per delimitare meglio gli ambienti della casa.

Arredare la casa: meno è meglio

Negli ultimi anni lo stile boho e shabby chic sono andati molto di moda. Entrambe sono tutt’altro che minimal e l’errore di riempire troppo la casa è dietro l’angolo. Questo non significa doverli scartare a priori ma piuttosto progettare accuratamente prima di riversare centinaia di oggetti inutili nelle nostre case.

Sì, perché il consiglio migliore che possiamo darvi per arredare la casa è di farlo senza fretta. Cominciate sempre individuando lo stile e acquistando la mobilia assolutamente indispensabile. Per tutto il resto prendetevi il giusto tempo e, se necessario, liberatevi del superfluo prima di fare nuovi acquisti.

 

Troppi oggetti, anche se ben tenuti, rischiano di far sembrare la vostra casa più piccola e disordinata procurandovi una buona dose di stress. Il discorso vale anche per le piante. In camera da letto, ad esempio, ne basta una di grandi dimensioni o un paio di vasi appesi, magari preferendo le specie in grado di assorbire lo smog per migliorare la qualità dell’aria. 

Leggi anche

I 10 errori più comuni che facciamo quando arrediamo casa

I trucchi per rendere la casa più funzionale

Come arredare l’ingresso: il biglietto da visita della nostra casa

Potrebbe interessarti