Soggiorno arredato e vetrata su giardino

Quando si arreda la propria casa non c’è mai una regola valida per tutti. Ci sono però una serie di accorgimenti smart che possono aiutarci a rendere la casa più bella, personale ed accogliente senza rinunciare alla funzionalità.

La scelta dei mobili

Partiamo dalle cose più ingombranti. È vero, andare in un negozio d’arredamento e scegliere tutto così come lo si vede esposto è comodo e veloce ma si rischia di incappare in 2 errori tragici.

Il primo è quello di scoprire che i suppellettili scelti non stiano poi così bene in casa, risultando spesso troppo piccoli o troppo ingombranti. Il secondo è l’alto rischio di deja vu. Si potrebbe finire per abitare in una casa identica a quella del catalogo che arriva per posta o a quella di altre persone che hanno acquistato nello stesso store. La verità è che per scegliere i mobili giusti ci vuole tempo. Cercate di armarvi di pazienza e scovate armadi, letti e divani in diversi negozi o, perché no, mercatini dell’usato. Identificate bene lo stile, i colori e i materiali che preferite ma poi… largo alla fantasia!

L’illuminazione giusta per ogni stanza

Un bel lampadario può cambiare le sorti di una stanza altrimenti anonima. Ecco perché la scelta dell’illuminazione è fondamentale nell’arredo della vostra casa. Evitate l’illuminazione unica perché renderebbe l’ambiente impersonale: il famoso effetto “ufficio del catasto”. Si può provare a giocare con diversi punti luce optando per applique, piantane e plafoniere con interruttori regolabili, pensando ai diversi momenti in cui vivrete quella camera. Un soggiorno, ad esempio, richiede una luce viva per i momenti più conviviali ed una più soffusa per i momenti di lettura.

Il disordine è un nemico da sconfiggere

Non c’è niente di peggio di una casa appena arredata e già disordinata. Questo accade perché, magari per problemi di tempo o di budget, non scegliamo i mobili giusti. Un trucco può essere quello di preferire scaffali chiusi invece di mensole “prendi-polvere” e di valutare le care vecchie cassapanche ai piedi del letto, oltre che i più moderni letti contenitore. Per le zone di lavoro come la cucina invece sarebbe meglio comporle pensando già a quanto e come verranno utilizzate sfruttando al meglio lo spazio a vostra disposizione.

Le dimensioni di mobili e arredi contano

Non sempre, ma sicuramente quando si parla di arredamento le dimensioni sono importanti. A partire dai mobili, che si devono armonizzare con le metrature delle stanze e l’altezza dei soffitti, fino alle tende e ai tappeti. In questo caso qualche regola generale c’è. I tappeti della sala devono sempre essere abbastanza grandi da arrivare fin sotto ai divani e quelli della camera da letto devono occupare tutto lo spazio a disposizione, dal comodino alla porta. I tendaggi invece devono stare sospesi a circa 2 dita da terra ed essere abbastanza grandi da coprire lateralmente le finestre di almeno 10 o più centimetri. Il bastone deve essere posto in alto, tra i 10 e i 20 centimetri dal soffitto, per non “schiacciare” la stanza.

Il design dei dettagli fa la differenza

I dettagli rendono unica la vostra casa. Sono loro che definiscono il carattere degli inquilini ed è dunque fondamentale sceglierli con cura. Quando parliamo di dettagli dobbiamo ricordarci che non stiamo parlando solo di soprammobili ma anche di quadri, foto, cuscini o tessuti particolari e ultimi – ma non meno importanti – di libri. Una libreria particolare, preziosa o creativa metterà in mostra non solo le vostre letture preferite e arrederà in maniera unica il soggiorno.

Le case migliori sono quelle che crescono insieme a chi le abita.