marie kondo 10 regole ordine

Abbiamo tutti bisogno di più ordine nelle nostre vite. Lo prova il successo del metodo KonMari di Marie Kondo, che in pochi anni ha conquistato chi faceva del disordine uno stile di vita (o semplicemente non aveva tempo di riordinare).

Quello che di solito manca è appunto il tempo, cercare modi per risparmiarlo e fare le cose in modo che la prossima volta sia più semplice rassettare casa o trovare gli utensili da cucina è quello su cui si concentra il libro: “Il magico potere del riordino”che campeggia ormai sui comodini di chi vuole abbracciare questo nuovo metodo.

La filosofia alla base è quella di lasciar andare tutti gli oggetti che non ci rendono felici o che non ci trasmettono sensazioni positive.

In sostanza le regole sono poche e semplici e si basano sul concetto di felicità e lentezza, di relax e serenità. Se un capo non ci serve o non ci comunica nulla perché tenerlo? E perché prendere più spazio appallottolando gli abiti, quando esiste un metodo di piegarli più efficace?

Nel 2015 Marie Kondo è stata proclamata una delle 100 personalità più influenti secondo il Time e nel 2019 Netflix gli ha dedicato una serie. Se cercate da molto tempo di mettere in ordine, ma lo trovate faticoso ecco degli spunti in arrivo proprio dal metodo KonMari.

Vediamo insieme queste 10 regole per entrare a far parte del magico mondo del riordino:

1) Riordinare per utilizzo

Non solo guardaroba, anche gli altri oggetti della casa hanno bisogno di essere riposti nel modo migliore per essere trovati con facilità, come? Procedendo per utilizzo: l’ordine in cui riponete le cose sarà quello in cui le prenderete quindi pensate bene a come vivete gli spazi prima di procedere con la pulizia! Buttate via prima tutto ciò che non usate e tutto ciò che è visibilmente consumato o deteriorato: è il primo passo per continuare con il riordino in modo esemplare.

2) Come sistemare le borse

Non ci crederete mai, ma il modo migliore per mantenere belle e ordinate le borse è quelle di inserirle una nell’altra secondo la forma secondo Marie Kondo. Il motivo è semplice: le più grosse conterranno quelle medie e quelle medie quelle piccole, ovviamente è consigliabile tenere le tracolle in vista per non dimenticarle tra una stagione e l’altra.

3) Tenere gli oggetti che smuovono i ricordi

Certo il metodo di Marie Kondo aiuta a fare spazio in casa e a liberarsi del superfluo, ma non dimentica l’importanza dei ricordi. Se un oggetto ha una storia importante per voi è giusto tenerlo: un vecchio accendisigari, un servizio di bicchieri, un vaso, possono suscitare in noi emozioni quotidiane e in quanto legate a momenti particolari della nostra vita. Tenete quindi cari questi oggetti per quanto volete.

4) Piegare gli abiti a origami

Non c’è bisogno di conoscere la fine arte giapponese degli origami, per piegare gli abiti in modo che salvino spazio! Infatti Marie Kondo suggerisce di formare un rettangolo con il capo, piegarlo nel senso della lunghezza in due e poi ripiegarlo per il senso della larghezza in due o in tre. Riponendolo in verticale nell’armadio o nei cassetti, otterrete molto più spazio per il resto del guardaroba.

5) Un armadio su misura

Non tutti gli armadi sono uguali e non tutti sono adatti alle nostre esigenze. L’importante è visualizzare: realizzate un disegno dello spazio che vi servirebbe nel guardaroba e dategli una forma; sarà così più facile scegliere l’armadio più adatto a voi e alla vostra casa. L’elemento di personalizzazione è importante, per perseguire nel mantenere in ordine gli abiti che avete deciso di tenere.

6) Appendere gli abiti nel guardaroba

C’è chi li appende solo per colore e il risultato è sicuramente di impatto, ma è meglio secondo il metodo KonMari appendere gli abiti e le giacche anche in ordine di tessuto, ovvero dal più pesante al più leggero. I capi più lunghi, pesanti e scuri andranno a sinistra ad iniziare la carrellata di grucce (se possibile procuratevele tutte uguali e sottili) fino ai vestiti chiari e corti.

7) Come fare la valigia

Nessuno forse ha mai pensato di riempire la valigia in verticale e non in orizzontale. In effetti il lato verticale è più lungo e ci permette di utilizzare più superficie. Piegate sempre gli abiti in modo che prendano meno spazio, i completi invece, che non possono essere piegati ad origami, possono essere piegati in due e disposti orizzontalmente sul resto. Scegliete sempre di ridurre anche il volume degli shampoo o delle creme sostituendo i barattoli originali con quelli da viaggio. Una volta disfatta la valigia, pulitela anche esternamente per riporla fino al prossimo utilizzo.

8) Ordine nella casa e nella vita

Mettere ordine può renderci stanchi e se procediamo a tappe il lavoro sarà più lungo. Decidete invece di radunare tutto ciò da riordinare in un solo punto, procedendo uno alla volta per decidere ciò che volete tenere e vi regala un’emozione e ciò che invece può essere regalato o buttato. Vi ritroverete una casa sempre impeccabile e ripercorrerete nello stesso momento delle tappe importanti della vostra vita.

9) Trovare un posto tutto per noi

“Non c’è posto come casa” diceva Judy Garland nel famoso Mago di Oz.  E infatti in quale luogo, se non la propria abitazione, sia più adatto creare un angolo dedicato a noi e alla nostra rigenerazione? Un posto dove rilassarsi e ricaricare le batterie? Anche gli oggetti che vi circonderanno in questo spazio sono importanti, cercate i vostri preferiti e arredate questo piccolo angolo di paradiso.

10) Procedere per categorie

La regola più importante comunque è non perdere mai la concentrazione. Quando siamo circondati dal disordine possiamo avere la tentazione di procedere per stanza, ma in realtà la cosa migliore è mettere a posto secondo categoria: tutti gli abiti, tutti i libri, tutti gli utensili da cucina e così via. In questo mondo risparmieremo tempo e raggrupperemo tutti gli oggetti simili che ci capita di usare tutti i giorni.

Se vi è piaciuto questo articolo condividetelo su Facebook!