Sapevi che le vecchie mollette per il bucato, o addirittura quelle rotte, possono essere riciclate a costo zero ed essere utilizzate per numerosi impieghi in casa e fuori?

Vedrai come ti verrà naturale pensare: “Perché non ci avevo pensato prima?”. Ad esempio, in cucina non c’è mai abbastanza ordine oppure capita di rischiare di dimenticare qualcosa nella lista della spesa ma con questi pratici trucchi tutto sarà al suo posto e perfettamente confezionato e si potrà dire addio definitivamente al caos.

Non c’è bisogno di trivellare tutte le pareti per appendere gli strofinacci e le presine per le pentole, con un po’ di fantasia e un po’ di manualità tutti i progetti saranno facilmente realizzabili in poco meno di un pomeriggio.

Con l’aggiunta di qualche tempera colorata e una buona colla regnerà ordine e tanto colore in tutti gli ambienti di casa e ogni oggetto troverà la sua collocazione perfetta. Scopriamo nelle prossime pagine i 13 usi sorprendenti delle mollette per il bucato:

1) Porta strofinacci

Uno dei primi utilizzi che può essere d’aiuto per mantenere in ordine la cucina è quello di utilizzare le mollette come porta canovacci. L’occorrente è: un’asta di legno piatta, colla e mollette a piacere. Con l’aiuto di un righello segnate i punti in cui verranno attaccate le mollette e dopo aver posizionato la colla sulla base iniziate ad attaccare le mollette. Per evitare di dover bucare il muro si potrà utilizzare una colla a presa rapida che sostituisca la tenuta dei chiodi. Quindi, prima di appendere gli strofinacci, fate trascorrere qualche ora e per mantenere il porta canovacci in posizione sarà d’aiuto dello scotch per pacchi. In questo modo, la bacchetta di legno si incollerà perfettamente alla parete della cucina, restando dritta.

Porta strofinacci

2) Calamite colorate

Le vecchie mollette in legno, con un po’ di colore e un pizzico di manualità, possono trasformarsi in calamite per il frigorifero. Si dimentica spesso cosa comprare per la spesa? Ecco che con la calamita che terrà il foglio della lista sempre sotto gli occhi non accadrà più. Per questo progetto servono: le mollette in legno, la tempera colorata e dei magneti adesivi. Prima di attaccare la calamita sul retro occorrerà decorare le mollette e appena saranno asciutte si potranno incollare le calamite. Nel giro di un paio di ore sarà possibile realizzare tanti magneti colorati che ci aiuteranno nel ricordare le commissioni di tutti i giorni.

Calamite colorate

3) Molletta sul mestolo

Cucinare è davvero un passatempo delizioso ma molto spesso si corre il rischio di procurarsi delle brutte scottature lasciando il mestolo vicino al fornello acceso. Con questa soluzione, bruciature e ustioni saranno definitivamente scongiurate. Basterà pizzicare la molletta al manico del mestolo o del cucchiaio e prendere in mano la molletta stessa. Ovviamente, è consigliabile utilizzarne una di legno, quelle in plastica correrebbero il rischio di fondersi per il troppo calore.

Molletta sul mestolo

4) Deodorante per auto

Un altro valido suggerimento per riutilizzare le mollette è quello di trasformarle in un deodorante per auto. Dopo aver attaccando delle piccole palline di feltro alla molletta e dopo averle profumate con qualche goccia di olio essenziale, questa andrà pinzata sul bocchettone dell’aria dell’automobile. In questo modo il profumo avvolgerà interamente l’abitacolo senza il bisogno di comprare dei deodoranti commerciali.

Deodorante per auto

5) Porta spazzolino

Poco spazio nel bagno e non si ha l’abitudine di utilizzare il contenitore per gli spazzolini da denti? Nessun problema perché anche per questo le mollette si rivelano una soluzione molto pratica. Pinzando alla molletta lo spazzolino in senso diagonale, resterà in piedi e si asciugherà più facilmente e in poco più di un minuto si realizzerà un pratico e colorato oggetto per mantenere l’ordine nel bagno senza spendere nulla.

Porta spazzolino

6) Porta fili

Per le appassionate di cucito le mollette per stendere sono una soluzione davvero pratica e veloce per mettere ordine ai troppi fili colorati che si utilizzano per cucire e per fare a maglia. Spolette smarrite, matassine che si disfano all’istante, arrotolando i fili in questo modo ciò non accadrà più. Ad ogni colore corrisponderà una molletta e pinzando i lembi, i fili rimarranno perfettamente in ordine senza più disfarsi.

Porta fili

7) Creare dei pennelli

Con le vecchie mollette si possono addirittura realizzare dei pennelli particolari. Per avere forme e disegni differenti basterà pinzare all’estremità di ogni molletta un oggetto diverso. Per disegnare una vera opera d’arte si potranno utilizzare dei fili di lana, un batuffolo di cotone e persino delle foglie. Sarà sufficiente intingere i nuovi pennelli nel colore e dare sfogo alla fantasia.

Creare dei pennelli

8) Aiuto per le bacchette cinesi

Le molle in ferro delle mollette rotte possono essere riciclate come valido aiuto per mangiare con le bacchette cinesi. Infatti, posizionando la molla al centro e inserendo le bacchette nelle due estremità, queste si trasformeranno in una pinza molto comoda per riuscire a gustare tutto senza far cadere dalle mani questo tipo di posate.

Aiuto per le bacchette cinesi

9) Appendiabiti

Un’altra soluzione per utilizzare le mollette per stendere i panni in modo alternativo è quello di sfruttarle con gli appendiabiti. Pantaloncini e gonne sono capi di abbigliamento che non possono essere sistemati alle classiche grucce, quindi, pinzando le mollette al bastone dell’appendiabiti sarà possibile sistemare e appendere ordinatamente nell’armadio anche questi vestiti.

Appendiabiti

10) Catalogare posta

Non si ha mai abbastanza spazio e davvero voglia di catalogare le bollette che arrivo tramite posta ma per non perdere i conti a fine mese è indispensabile trovare una soluzione veloce ed economica per averle tutte in ordine. A tale scopo basterà scrivere sulle mollette la categoria dei differenti bollettini o più semplicemente la dicitura “da pagare” e “pagato”.

 Catalogare posta

11) Chiudere sacchetti

Se non si dispone di un elastico o di un pezzo di scotch per chiudere le confezioni di biscotti o di verdura aperte le mollette saranno dei validi sostituti. Basterà arrotolare il bordo della busta e pinzare l’estremità, in questo modo la freschezza degli alimenti sarà mantenuta più a lungo.

Chiudere sacchetti

12) Porta auricolari

Ascoltare la musica con gli auricolari è sempre un passatempo rilassante. Lo è meno quello di srotolare i fili aggrovigliati. Quindi, per trovare più facilmente le cuffiette nella borsa e per impedire che si annodino sarà utile avvolgerle alla molletta e pinzarne l’estremità. Ecco come un semplice oggetto che avresti buttato diventa improvvisamente il risolutore di un grosso problema!

Porta auricolari

13) Ferma chiodi

L’ultimo utilizzo alternativo per le mollette è quello di ferma chiodi o viti per non colpire le dita con il martello. Se temete, oppure vi è già capitato, di non prendere bene la mira e colpire inevitabilmente le vostre dita, questo è il trucco ce fa per voi. Infatti, pinzando le viti o i chiodi con la molletta e tenendo quest’ultima, non si correrà più il rischio di farsi del male.

Se l’articolo ti è stato utile condividilo su Facebook!