stili-arredamento

Magari hai appena acquistato una casa nuova, o stai semplicemente fantasticando sulla casa dei tuoi sogni, e stai provando a capire quale stile di arredamento sia migliore per te. Guardando su internet probabilmente hai trovato tantissime idee e stili differenti e ora nella tua testa regna una gran confusione. Questa semplice guida potrebbe aiutarti a capire come destreggiarti in questo vastissimo mondo!

Esistono veramente tanti stili di arredamento, ognuno adatto ad un modo di vivere e pensare l’abitazione differente.

Si passa dagli stili classici, a cui siamo abituati, a quelli un po’ più vintage che riscoprono gli arredamenti in voga negli anni passati per rivisitarli e attualizzarli.

Nell’ultimo periodo si sono anche diffusi stili ispirati al mondo orientale, come il feng shui che mette al centro della casa l’equilibrio mentale. Oppure esistono anche stili che fanno della creatività il punto principale della loro bellezza. Insomma, scegliere lo stile di arredamento può essere piuttosto complesso, ma cerchiamo di fare un pochino di chiarezza!

Scopriamo assieme come scegliere lo stile d’arredamento, grazie a queste 10 proposte!

1) Stile d’arredamento moderno

Lo stile d’arredamento moderno è quello maggiormente diffuso e coniuga lo stile classico a quello più contemporaneo. È una buona scelta per tutti coloro che non cercano nulla di specifico e preferiscono accostare mobili diversi tra loro per creare abbinamenti unici. I colori dominanti sono le tonalità calde, abbinate a pavimenti in legno o marmo. Se scegliamo di arredare con questo stile prediligiamo i mobili semplici e poco lavorati, ed evitiamo di utilizzare una quantità eccessiva di oggetti d’arredo.

stili-arredamento

2) Arredare in stile vintage

Lo stile d’arredamento vintage è molto particolare e potrebbe non piacere, ma potremo creare delle soluzioni veramente belle ed eleganti. La base d’arredamento dev’essere contemporanea e il vero punto di forza di questo stile sono i vari oggetti con cui andremo a decorare gli ambienti. Le scelte per arredare in stile vintage sono completamente personali, e sta solo nel nostro occhio decidere cosa acquistare e abbinare. Oggetti colorati provenienti dal passato, vecchie radio o giradischi, ma anche divani, tavolini e lampade, l’ispirazione la troveremo nei mercatini vintage o dell’usato!

stili-arredamento

3) Stile contemporaneo

Per arredare una casa in stile contemporaneo dovremo sempre tenere a mente una cosa principale: la semplicità. All’interno di questo stile ogni cosa che posizioneremo in casa dovrà avere una funzione specifica, prediligendo il minimal. I colori sono il più delle volte neutri e il bianco regna sovrano dai muri, a coperte e asciugamani. Anche in questo caso non dovremo posizionare troppe decorazioni, prediligendo gli oggetti smart o con un’utilità che non sia esclusivamente decorativa. I tavoli in vetro sono un vero e proprio must in questo stile d’arredamento.

stili-arredamento

4) Come arredare con lo stile eclettico

Il nome di questo stile d’arredamento dovrebbe già farci balzare alla mente un’idea di libertà e creatività. Il nostro gusto personale sarà al centro della casa, che deve essere in grado di trasmettere agli ospiti la nostra personalità unica e creativa. Non ci sono grandi indicazioni per arredare in stile eclettico, se non che la diversità è sempre ben accetta. Mobili in stile classico abbinati ad altri in stile vintage, con numerosi oggetti decorativi provenienti da ogni parte del mondo! Insomma, saremo noi a scegliere cosa abbinare e come farlo, nella più totale libertà.

stili-arredamento

5) Feng shui: arredare una casa equilibrata

Secondo il feng shui, una disciplina cinese antichissima, l’ambiente e le persone vivono in peretta armonia tra loro. Questa dottrina è stata ripresa e adattata anche all’arredamento, creando uno stile unico e spettacolare! Il pavimento dev’essere uguale in tutta la casa, i mobili e gli oggetti non devono essere spigolosi e le pareti devono essere ricche di quadri con cornici vivaci e rilassanti. Si tratta di una vera e propria filosofia di vita, fatta di piccole idee e regole da seguire per vivere in armonia con la propria casa.

stili-arredamento
Foto: shutterstock

6) Shabby chic

Probabilmente il nome shabby chic potrebbe non dirci un granché. Questo stile d’arredamento è piuttosto recente e si basa su una scelta di vita anti-spreco. La chiave d’arredamento è il riciclo creativo, attraverso il quale si creano e decorano mobili con tutti quegli oggetti ritenuti scarti, come i tappi di bottiglia o i barattoli in vetro. Ne risulta uno stile piuttosto “grezzo” ma anche abbastanza romantico, e grazie alla nostra creatività daremo un tocco unico ad ognuno degli oggetti che ci circondano.

stili-arredamento

7) Lo stile boho chic

Un altro stile d’arredamento piuttosto recente è il boho chic. Impiega principalmente mobili vintage, abbinandoli ad oggetti colorati e ad elementi orientali. L’idea principale è quella di creare un arredamento che ricordi il viaggio, in un ambiente informale fatto di tendaggi, pouf e tappeti. Il grosso punto a favore di questo stile è che i nostri ambienti saranno mutevoli, aperti alle novità che man mano troveremo in giro. Però anche in questo caso potremmo correre il rischio di creare ambienti caotici o pacchiani.

stili-arredamento
Foto: shutterstock

8) Arredare in stile mediterraneo

In questa guida sui vari stili d’arredamento non si può non citare quello mediterraneo, decisamente adatto per le case nelle località marittime. Dovremo cercare di richiamare i colori del mare e della natura, sfruttando il banco e il blu. Come materiale per i mobili prediligiamo il legno lavorato, dipinto di bianco o grigio. I complementi d’arredo saranno il vero punto forte, dalle ancore, alle reti per la pesca, anche questi dovranno richiamare il mare. Evitiamo i materiali freddi e i colori troppo vivaci, rischierebbero di rovinare tutto l’arredamento risultando fuori posto.

stili-arredamento
Foto: Shutterstock

9) Stile rustico

Quello rustico è uno stile d’arredamento molto diffuso, tipico delle case antiche e dei cottage in montagna. I mobili in questo stile sono principalmente in legno o pietra, mentre gli ambienti sono ricchi di travi, mattoni e superfici “grezze”. L’idea è quella di creare ambienti caldi e accoglienti, prediligendo pareti con colori poco sgargianti. Unendo a questo stile qualche mobile vintage otterremo un effetto personale e unico. I camini e le grosse tavolate in legno sono i protagonisti nelle case arredate in stile rustico.

stili-arredamento

10) Arredare in stile orientale

Leggermente differente dal feng shui, lo stile orientale vede una riproposizione dei mobili tradizionali anche nelle nostre case. Se scegliessimo uno stile cinese potremmo impiegare vari tipi di porcellane per decorare, e il colore predominante dovrebbe essere il rosso, senza dimenticare qualche nota dorata. Lo stile giapponese, invece, è molto più minimal, fatto di colori freddi e chiari, in una predominanza di bianco e bambù, magati impiegato nei pavimenti. Nello stile orientale trovano anche molto spazio i bonsai e le piante grasse, oltre ai tappeti e al legno lavorato.

stili-arredamento

Leggi anche:

Se stai organizzando un trasloco non perdere questi 10 consigli per dire addio allo stress!

Se, invece, hai bisogno di qualche consiglio per scegliere il tappeto migliore, dai un’occhiata qui!

Infine, qui trovi 10 idee ottime per organizzare una mansarda sfruttando gli spazi!

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook!

Foto sopra: shutterstock