Cattivi odori in cucina? 8 soluzioni naturali per eliminarli

Cibo, delizia per il palato e incanto per i sensi ma, finita la magia, ci si ritrova a dover lottare con i cattivi odori che assediano la casa per giorni e giorni impregnando ogni tessuto e angolo della casa.

Sappiamo quanto sia davvero piacevole cucinare per amici e parenti e mangiare deliziosi piatti in compagnia. Forse però questo non è abbastanza quando i giorni seguenti gli odori sono più presenti che mai e riuscire a debellarli diventa un’impresa titanica.

A cibi diversi corrispondono odori diversi; quindi, come liberarsi della puzza di bruciato o dell’odore di aglio in poche semplici mosse, senza dover rivoluzionare l’intera casa e mettere tutto all’aperto?

Odori sgradevoli e persistenti come le pietanze di pesce e l’odore di fritto avranno vita breve grazie questi rapidi consigli!

Scopriamo 8 soluzioni naturali per eliminare i cattivi odori in cucina:

1) Sempre meglio prevenire la formazione di cattivi odori

Un’ottima soluzione per profumare tutti gli ambienti è prevenire l’insorgere degli odori sgradevoli con l’aiuto di aromi naturali. Evitate sempre le sostanze chimiche, perché oltre a essere dannose, non sono efficaci. Prima di cucinare, disponete il diffusore vicino al piano cottura e aggiungete 4/5 gocce di olio essenziale di mirra, che assorbirà tutti gli odori.

Anche il frigorifero potrebbe essere fonte di cattivo odore. Per risolvere questo problema, disponete al suo interno un bicchiere di vetro con bicarbonato. Questo aiuterà ad assorbire tutti gli odori e a prevenirli.

Bicarbonato contro cattivi odori

2) Stoviglie profumate

Anche i vostri piatti potrebbero conservare gli odori dei cibi. Prima di procedere al lavaggio abituale, occorrerà sottoporli a un trattamento decisamente più “aggressivo”. Procuratevi mezzo limone e dell’aceto bianco con cui bagnerete la spugna, e successivamente procedete a un breve risciacquo sotto l’acqua fredda. Procedete poi con il normale lavaggio. La soluzione composta da aceto e limone è anche un ottimo disincrostante per gli scarichi.

Quindi, per liberare i lavandini otturati dai residui, vi basterà versare l’acqua bollente con il limone e attendere che il liquido sgombri completamente lo scarico.

Lavandino otturato sintomo di cattivi odori

3) Stop ai cattivi odori sulle mani

Gli odori di pesce, aglio, e cipolla sulle mani sono veramente fastidiosi. Per eliminare i primi due basterà strofinare un po’ di dentifricio sulle mani, al posto del sapone. Oppure, aggiungete al sapone di Marsiglia un cucchiaino di caffè macinato, e risciacquate con abbondante acqua fredda. Se non avrete protetto le mani con i guanti durante la preparazione del pesce, l’unica soluzione è strofinarle con una saponetta d’acciaio al limone per 2/3 minuti sotto l’acqua corrente.

Saponetta di acciaio contro cattivi odori

4) Puzza di fritto

Il piacere derivante da un gustoso piatto fritto non sarà abbastanza da non farci preoccupare di come eliminare l’odore che rimarrà dopo. Quindi, mentre friggete, mettete contemporaneamente sul fuoco una pentola con dell’olio e delle fette di limone con coste di sedano. Portate il tutto a ebollizione e ricordatevi di togliere le coste appena iniziano ad assumere un colorito dorato. In alternativa potete utilizzare alcune fette di mela… friggendole! Anche se può sembrare un controsenso, friggere in contemporanea eliminerà lo sgradevole odore.

5) Puzza di bruciato

Limone e acqua saranno i vostri alleati anche per debellare la puzza di bruciato in casa. Disponete il limone in una pentola d’acqua e portate a ebollizione. Una volta calda, lasciate evaporare il tutto e quando l’acqua sarà diventata fredda l’odore di bruciato sarà scomparso.

6) Lavare tutti i tessuti

Un modo per prevenire, ma anche per contrastare i cattivi odori, è quello di lavare frequentemente i tessuti presenti nelle nostre cucine, compresi canovacci, spugne e pezze. Scegliete un lavaggio intensivo in lavatrice, optando per detersivi igienizzanti e ammorbidente, che può essere anche sostituito da una dose di aceto bianco.

7) Rinfrescare le superfici

Per una pulizia ottimale, se volete davvero eliminare ogni rischio o residuo di cattivi odori, ricordatevi di rinfrescare e lavare anche superfici, piani di lavoro e mattonelle della vostra cucina. Anche in questo caso potete usare metodi 100% naturali, realizzando dei composti con limone, cannella, erbe aromatiche e bicarbonato. Dopo la pulizia, potete lasciare su mensole e ripiani qualche ciotolina con dei fondi di caffè avanzati o aceto.

8) Arieggiare gli ambienti per eliminare i cattivi odori

Sembra scontato ma non lo e! Il nostro ultimo consiglio per sbarazzarsi dei cattivi odori che impregnano la cucina è anche il più semplice: arieggiare gli ambienti.

In aggiunta, per un effetto maggiore, potete far bollire in un pentolino d’acqua agrumi e spezie, o anche fiori di lavanda, che diffondendosi avvolgeranno la casa in una nuvola di profumo tutto naturale!

Agrumi contro i cattivi odori

Ti è stato utile questo articolo? Condividilo su Facebook!

Potrebbe interessarti