Come eliminare le macchie scure dalle padelle con un rimedio naturale

Quante volte vi è capitato di dover buttare via una padella macchiata di scuro? È capitato a tutti! Prima o poi è inevitabile dimenticare qualcosa sul fuoco o cuocere pietanze a fiamma troppo alta. Il risultato non è piacevole: del cibo immangiabile e una pentola bruciata che sembra quasi impossibile da pulire.

Quanti utensili avete buttato per questo motivo? Beh ora non è più necessario disfarsene, perché con qualche rimedio naturale ed economico potremo pulire ed igienizzare le nostre pentole.

Vi consigliamo di utilizzare queste strategie perché così potrete recuperare pentole e padelle che credevate di dover buttare, e non utilizzerete sostanze tossiche per pulirle. Questi rimedi vanno bene per la pulizia di utensili in materiali come alluminio, ghisa, acciaio e anche per quelli rivestiti in ceramica.

Armandovi di pazienza e di pochi altri strumenti, riuscirete a far risplendere anche la pentola più rovinata! Scopriamo cos’è necessario per togliere le macchie dalla pentole. L’articolo continua >

Creare una pasta lavante

Avete provato a lavare le pentole con il detersivo abituale ma il risultato non è cambiato? Allora, prima di procedere è bene creare una miscela che aiuterà a togliere ogni residuo di macchie. Per creare la pasta lavante sono necessari: 2 cucchiai di bicarbonato, 3 cucchiai di sale fino e 1 cucchiaio di aceto bianco. A questo punto mescolate bene e create una soluzione abbastanza densa, non troppo però, perché sarebbe difficoltoso stenderla.

Procedere con il lavaggio

Dopo aver creato la pasta lavante, procedete come segue. Inumidite la pentola con dell’acqua tiepida e strofinate il composto con un panno. Meglio non usare la spugna, perché assorbendo la parte liquida rende il composto troppo denso e difficile da utilizzare. Per eliminare la macchia procedete con dei movimenti che partono dall’esterno verso l’interno. In questo modo sarà più semplice eliminare il centro della macchia, solitamente più resistente, senza espanderla ulteriormente.

Insistere sui punti più sporchi

Se la macchia si è formata da molto tempo è ovvio che sarà un po’ più difficoltoso rimuoverla totalmente al primo lavaggio. Quindi, insistete e applicate la pasta lavante fino a quando ogni residuo non sarà totalmente scomparso. Una volta che la pentola non presenterà più segni neri, procedete con il lavaggio abituale con il detersivo per piatti. A questo punto tutto sarà pulito e perfettamente disinfettato.

Rimuovere i residui con l’acido citrico

Preparate una soluzione composta da 25 grammi di acido e 500 millilitri d’acqua. Riempite la pentola e lasciate che il composto agisca per un’intera nottata. Il giorno dopo noterete che l’alone sarà solo un vecchio ricordo e la vostra pentola sarà come nuova. L’acido citrico può essere usato anche per i vetri! In questo caso basteranno 1 cucchiaino di acido citrico, 1 cucchiaino di detersivo per piatti e 1 litro d’acqua, si versa tutto in un flacone spray e si nebulizza sul vetro.
padelle macchiate di nero

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo con i tuoi amici su Facebook!