Il rientro dalle vacanze può essere un momento di forte stress perché coincide con il ritorno al lavoro e alla realtà domestica, con i soliti impegni e i piccoli drammi quotidiani. È il momento giusto per pianificare un’accurata sessione di pulizie della casa. Una dimora pulita, ben organizzata e accogliente renderà il rientro sicuramente più sereno.

Pianificare la sessione di pulizie post rientro

Dopo le vacanze, nessuno ha voglia di perdere un sacco di tempo dietro alle pulizie di casa.

È per questo motivo che la pianificazione è ancor più importante durante questa sessione straordinaria. Le cose da fare sono molte e si dividono in necessarie, consigliate e facoltative.

Tra le necessarie troviamo: disfare le valigie e pulire i vestiti sporchi, spolverare, lavare i pavimenti, rifare i letti, controllare che nella dispensa non si siano annidate le farfalline ed assicurarsi che non ci siano cibi andati a male in frigo. Tra le attività consigliate, specie se la vacanza è stata piuttosto lunga, troviamo la pulizia della lavatrice prima di iniziare con i lavaggi e quella dei balconi. Infine, tra le attività facoltative, troviamo le pulizie che determinano anche grandi cambiamenti nell’assetto della casa come il lavaggio e quindi il cambio delle tende, dei tappeti o dei copridivani. 

Pianificate le pulizie ripartendo i compiti tra tutti i componenti della famiglia e seguendo queste poche e semplici regole d’oro. Partire sempre dall’alto verso il basso per spolverare e lavare cosicché non dobbiate sprecare tempo inutile a pulire più volte la stessa superficie. Iniziare dalle attività più urgenti. Non dividere le attività per stanza (pulire solo la camera, il bagno o la cucina) ma per mansione (per esempio passare l’aspirapolvere in tutta casa, lavare tutti i pavimenti ecc…). 

Pulizie della casa post rientro: la polvere 

Passiamo alle attività assolutamente indispensabili: spolverare è una delle attività da fare con più urgenza al rientro. Anche se siete stati particolarmente bravi e avete lascato la casa pulita e ordinata, la polvere si sarà comunque accumulata durante la vostra assenza. Oltre a toglierla dalle librerie, dai lampadari e dai pavimenti, è consigliabile passare l’aspirapolvere anche sui divani, sui materassi e sui cuscini. Così facendo, eliminerete anche eventuali acari e potrete rifare i letti sicuri della loro pulizia. Se desiderate riposare su materassi come nuovi, cospargeteli di bicarbonato e qualche goccia di olio essenziale alla lavanda. Lasciate agire qualche ora e poi eliminate oggi traccia di prodotto con l’aspirapolvere.

Pulizie della casa post rientro: le lavatrici

Un’altra faccenda cui non ci si può sottrarre sono i cicli di lavaggio. Oltre ai vestiti usati in vacanza, ci sono le lenzuola sporche ed eventualmente anche le tende e i copridivani. Sapendo che la lavatrice dovrà fare i turni extra, prima di farla partire con il primo lavaggio, fatele fare un giro a vuoto mettendo nel cassetto un bicchiere di aceto bianco e 2 cucchiai di bicarbonato. A questo punto impostate un programma con una temperatura compresa tra i 60 e 90 gradi. Pulendo così la lavatrice vi assicurerete un bucato pulito e profumato. Un ultimo consiglio: sfruttate questi lavaggi per iniziare in maniera graduale il cambio dell’armadio. Passare dall’estate all’autunno in questo modo sarà meno traumatico!

Leggi anche

Ecco tanti altri consigli per organizzare senza stress le pulizie di casa

I balconi hanno bisogno di essere puliti a fondo? Ecco come farlo!

Ci metti un sacco di tempo a pulire casa? Forse il problema sta nel mobilio…