Per una cucina davvero pulita e ordinata, avere un lavello splendente è la ciliegina sulla torta. Spesso però, anche se pulito, sul lavandino della cucina persistono macchie e aloni, graffi e piccoli segni d’usura. Rimediare si può, Ecco come fare in base al tipo di materiale di cui è fatto il lavello.

Come lucidare il lavello della cucina in acciaio

Il lavello in acciaio è sicuramente il più diffuso perché molto resistente e facile da pulire.

Dopo averlo pulito accuratamente, potete passarvi sopra un panno in microfibra imbevuto di aceto bianco. Se la superficie è liscia, questo procedimento è sufficiente e il lavello apparirà immediatamente lucido e splendente.

Se invece sul lavandino ci sono aloni e piccoli graffi, allora si può procedere con una leggerissima abrasione. Cospargete la superficie in acciaio del lavello (precedentemente asciugata) con uno strato uniforme di bicarbonato. Tagliate a metà una patata e strofinatela facendo dei movimenti circolari. Lasciate agire per qualche minuto e poi risciacquate con abbondante acqua. Per ottenere un risultato simile (ma molto più profumato!) potete utilizzare mezzo limone al posto della patata.

Come lucidare il lavello della cucina in ceramica

Per gli amanti delle cucine vintage, il lavello in ceramica è certamente la scelta migliore ma questa potrebbe, con il tempo, ingiallire o macchiarsi. È importante dunque prendersene cura quotidianamente, evitando che le tracce di cibo rimangano per troppo tempo sulla superficie. Un ottimo sgrassatore è sicuramente la soluzione giusta ma potete anche utilizzare il succo di limone. Per un effetto wow, strofinate la superficie con un panno morbido imbevuto di qualche goccia d’olio per bambini.

Come lucidare il lavello in marmo o granito

Per pulire i lavandini in marmo o granito bisogna fare particolare attenzione. I detersivi troppo aggressivi o i prodotti anticalcare possono danneggiarli, corroderli o macchiarli. Per pulirli meglio preferire i prodotti naturali come il sapone di Marsiglia in scaglie, o una miscela a base di bicarbonato e succo di limone o aceto. 

Preparate la soluzione e lasciatela agire per qualche minuto. Successivamente sciacquate con acqua calda e asciugate accuratamente. Infine, per lucidare, spargete il lavello con della farina. Strofinate con uno straccio asciutto, sciacquate e asciugate nuovamente. Il lavandino risulterà immediatamente più luminoso. 

Leggi anche

Cattivi odori che risalgono dal lavello della cucina? Ecco come liberarsene

Lavandino otturato? Le migliori soluzioni casalinghe per liberare gli scarichi

Un ingrediente, 1000 usi: scopri come utilizzare il limone nelle pulizie di casa