poltrona relax

Poltrone e divani fanno parte non solo dell’arredo, ma sono tra le componenti più vissute ogni giorno e per questo motivo necessitano sia quotidianamente che periodicamente di una pulizia accurata. Anche le poltrone relax non sono da meno, anzi: la pulizia delle poltrone relax va effettuata con regolarità e attenzione perché mira a conservare nel tempo la morbidezza del rivestimento e la sua bellezza estetica.

Sono diverse le aziende, come Mondoflex, che dispongono di una vasta gamma di poltrone relax: queste, infatti, possono avere rivestimenti di vario tipo e in base a questo cambia il modo corretto di effettuare la pulizia.

Pulizia delle poltrone relax: a ogni rivestimento il suo tipo di pulizia

Quando si sceglie di acquistare una poltrona relax bisogna anche decidere quale rivestimento si preferisce: tra i più comuni rivestimenti ci sono, infatti, quelli in tessuto, ecopelle e pelle. Ogni tipologia di rivestimento ha però esigenze diverse nella pulizia e nella cura dello stesso. Le pulizie quotidiane, inoltre, possono essere fatte con meno meticolosità rispetto a quelle periodiche in cui è necessario dedicare maggior tempo e cura al rivestimento e alla pulizia della poltrona relax.

Per le pulizie ordinarie di una poltrona relax in tessuto basta usare una spazzola con setole morbide – o un aspirapolvere – per eliminare lo sporco. Una poltrona con rivestimento in pelle o ecopelle, invece, necessita dell’uso di un panno inumidito. Queste due tipologie di rivestimento, infatti, hanno bisogno di una pulizia più delicata e accurata.

Per pulire più a fondo una poltrona in tessuto si inizia dalla rimozione dello sporco con un aspirapolvere nel caso in cui il rivestimento non si possa rimuovere. Se invece il rivestimento in tessuto è removibile, allora basterà effettuare un lavaggio a freddo in lavatrice a una temperatura di massimo 40 gradi. I cuscini, invece, vanno sbattuti e arieggiati.

Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria di una poltrona in ecopelle si inizia con il passare sul rivestimento un panno in microfibra inumidito con del sapone di Marsiglia, che è in grado all’occorrenza di avere un’efficacia pulente anche sulle macchie più difficili. Successivamente si passa alla rimozione dell’umidità con un panno asciutto.

Per pulire una poltrona relax in pelle, invece, occorrono tre passaggi: prima si procede con la rimozione della polvere con l’ausilio di un’aspirapolvere, poi si passa sul rivestimento in pelle un panno inumidito con sapone di Marsiglia e infine si massaggia il rivestimento con una crema liquida a ph neutro che garantisca la morbidezza del rivestimento nel tempo – andrà bene una comune crema per il corpo che usiamo quotidianamente.

Un paio di altri piccoli ma importanti consigli

Abbiamo appreso come pulire una poltrona relax in base al diverso tipo di rivestimento, ma nel caso di macchie particolari il modo più adeguato di rimuoverle dipende molto dalla loro origine.

Nel caso di macchie a base acquosa, come tè, bibite varie o caffè, sarà necessario pulire la macchia con un panno che tamponi il liquido, ma senza lo sfregamento che potrebbe lasciare indesiderati e antiestetici aloni. Nel caso di macchie più ostinate, come quelle grasse, è opportuno usare un panno imbevuto con della trielina e tamponare con cura ed estrema delicatezza il contorno della macchia senza mai esercitare eccessiva pressione o sfregare il rivestimento.

Inoltre, è bene ricordare che in commercio esistono appositi copripoltrona per le poltrone relax: i copripoltrona sono utili per preservare la seduta, lo schienale e i braccioli, ma devono essere diversi da quelli comuni a unico pezzo. Infatti, un comune copripoltrona non permetterebbe il corretto
funzionamento del meccanismo alzapersona: ecco perché si possono acquistare dei copripoltrona separati, uno per lo schienale, uno per i braccioli e uno per la seduta.