muffa-bianca-salnitro

In questo articolo ci concentreremo sui problemi legati alla presenza di salnitro, anche conosciuto come muffa bianca, e come rimuoverlo in maniera efficace. Andremo a vedere anche quali sono i motivi principali della sua formazione cercando di capire come prevenirlo.

Cos’è il salnitro o muffa bianca?

La muffa bianca è uno dei problemi più comuni nelle abitazioni degli italiani ai giorni nostri ed è composta principalmente da salnitro. Il salnitro è un sale di potassio quasi completamente incolore che finisce per creare una efflorescenza che va a depositarsi sui muri quando questi si rivelano umidi o non aerati.

La muffa bianca si crea grazie alla reazione tra umidità o infiltrazione, il materiale che compone il muro stesso e le particelle contenute nell’acqua che è spesso ricca di batteri e ammoniaca. Quando questi elementi vengono a contatto l’uno con l’altro, il carbonato di potassio unito all’ossigeno dell’aria da vita al nitrato di potassio.

Il salnitro può essere identificato per i caratteristici cristalli di colore bianco e rappresenta un pericolo importante da eliminare quanto più rapidamente possibile. Per prima cosa bisogna identificare il problema alla radice della nascita della muffa bianca per scegliere quali prodotti utilizzare. Infatti sono proprio il tipo di umidità e la radice del problema a definire i reagenti più efficaci per combatterlo. Se non si riuscirà ad eliminare l’origine del salnitro, il muro rimarrà pulito solamente per qualche settimana prima di tornare ad essere cosparso di muffa.

Rimuovere il salnitro dai muri in maniera efficace

Per prima cosa, evitate di mettervi a raschiare via il salnitro dal muro per pulirlo poiché questo non risolverà sicuramente il vostro problema. La cosa migliore da fare sarebbe quella di farsi aiutare da una ditta specializzata per localizzare la causa scatenante del problema e riuscire ad eradicarlo alla base. Una volta bloccato l’arrivo di acqua e umidità sul muro, bisogna lasciarlo asciugare in modo adeguato per poi potersi dedicare alla stesura di un intonaco apposito studiato per combattere la formazione di muffa e salnitro.

Alcuni rimedi naturali per combattere la muffa bianca

Una soluzione temporanea ma facile da applicare è quella creata mescolando una soluzione di acqua di fonte con il 5% di acido muriatico. Applicatela utilizzando i dovuti abiti protettivi, occhiali e guanti e stendendola con un pennello o uno straccio in modo da ricoprire la zona interessata dal problema. Dopo aver lasciato asciugare il muro per circa 8 ore potrete procedere e sciacquarlo e dipingerlo con l’aiuto di una pittura antimuffa. Naturalmente questo non risolverà completamente il problema ma vi aiuterà a bloccarne la crescita almeno per qualche tempo.

Prodotti per la cura dei muri e la rimozione del salnitro

Durante la stesura degli intonaci, è consigliabile utilizzare prodotti antisale i quali andranno a rendere inattivi tutti i residui presenti all’interno dei muri bloccando la creazione di sale di potassio da parti di batteri e ammoniaca. Vogliamo comunque ricordare che la soluzione più semplice e veloce rimane quella di rivolgersi ad esperti per risolvere il problema alla radice assicurandosi che non si espanda ad al resto della casa.

I prodotti anti salnitro presenti sul mercato sono molti e quasi tutti presentano caratteristiche risananti oltre a prevenire la successiva formazione di ulteriore muffa bianca ed agire come impermeabilizzante sui muri di casa.