Come pulire gli interni dell’auto per un risultato davvero soddisfacente

pulire-interni-auto

L’abitacolo dell’auto si sporca facilmente per via dell’uso frequente, dello smog o della pioggia. Se poi il veicolo ospita anche bambini o animali, le macchie si possono moltiplicare in un battibaleno. Ecco perché occorre pulire a fondo gli interni dell’auto seguendo un ordine ben preciso.

Pulire gli interni dell’auto: da dove cominciare?

Invece di tentare di eliminare le macchie più appariscenti tralasciando il resto, dovremmo preventivare una pulizia degli interni dell’auto periodica. Che sia stagionale, mensile o settimanale, l’importante è che si adatti alle vostre esigenze igieniche e di tempo

Iniziate svuotando completamente l’auto e togliendo tutto ciò che può essere rimosso e pulito all’esterno, come nel caso dei tappetini. Dopo averli accuratamente sbattuti, potete procedere alla pulizia utilizzando un prodotto specifico, oppure strofinando del bicarbonato con l’aiuto di una spazzola bagnata di acqua tiepida.

Risciacquate e lasciate asciugare bene per evitare che si sviluppino cattivi odori o muffe nell’abitacolo.

Dopodiché passate all’aspirazione accurata degli interni. Potete utilizzare un’aspirapolvere industriale, recarvi in un autolavaggio fai-da-te, oppure utilizzare un aspirapolvere senza fili che, solitamente, presenta tutta una serie di bocchette che permettono di arrivare anche negli angoli più stretti e scomodi.

Come pulire gli interni dell’auto in tessuto e in pelle

Se per le parti in plastica e il cruscotto sarà sufficiente utilizzare un panno in microfibra appena umido e un detergente specifico antistatico, per quelle in tessuto o in pelle occorre qualche accortezza in più.

Se i sedili sono in tessuto, possiamo usare un detersivo spray, lasciarlo agire per qualche minuto e poi strofinare con una spazzola leggermente umida. Si può provare anche con rimedi più casalinghi, ma l’importante è non esagerare con l’acqua, perché potrebbe macchiare ulteriormente i sedili e far proliferare muffe e cattivi odori.

Se i sedili sono in pelle o ecopelle occorrerà utilizzare un prodotto specifico per cuoio, oppure del latte detergente delicato.

Dovrete lavorare in assenza di acqua e usando un panno morbido. Per migliorare l’efficacia del detersivo, prima di pulire riscaldate l’abitacolo, in modo che la pelle si ammorbidisca. 

Pulire gli interni dell’auto: i dettagli e la costanza

Un ultimo dettaglio che spesso non viene preso in considerazione è la pulizia dei vetri. Il classico detersivo per la pulizia delle finestre potrebbe danneggiare i finestrini della macchina. Per pulirli occorre un detergente specifico per cristalli, da utilizzare quando la macchina non è sotto la luce diretta del sole per evitare la formazione di aloni.

Ora chi gli interni sono perfettamente puliti, cercate di mantenerli tali programmando una pulizia periodica.

In questo modo non arriverete mai ad avere una macchina da mettersi le mani nei capelli, e per pulirla ci vorrà sempre meno tempo.

Leggi anche

Scopri come pulire i divani in tessuto, pelle o ecopelle

Peli di animali: come liberarsene?

Pulire le superfici in modo naturale: 10 consigli utili ed efficaci

Potrebbe interessarti