Pulire casa in modo naturale: 10 trucchi infallibili e veloci

Ormai è appurato: pulire casa utilizzando prodotti appositi, detergenti e sgrassatori vari, è nocivo e non fa bene all’ambiente.

Allo stesso tempo però, è impossibile evitare completamente l’uso di sostanze chimiche per l’igiene domestica. Cosa possiamo fare allora? Sicuramente ridurne l’utilizzo e la frequenza. Ci sono alcuni trucchi, qualcuno più conosciuto di altri, che possono fare miracoli senza ricorrere a sostanze potenzialmente nocive.

Di facile reperibilità e molto economici, i prodotti di cui stiamo per parlare hanno un effetto igienizzante e pulente su superfici ed elettrodomestici! Vedrete che risultati!

Scopriamo insieme 10 trucchi infallibili e veloci per pulire casa in modo naturale:

1) Piastrelle del bagno 

Mescolate 1/4 di bicchiere di perossido di idrogeno, 1 cucchiaio di sapone liquido e 1/2 bicchiere di acqua. Immergete una spugna nella miscela e passatela sulle piastrelle. Se le incrostazioni faticano a sparire, spruzzate la miscela direttamente, insistendo sulle fughe. Lasciate agire per una decina di minuti: lo sporco inizierà a perdere aderenza dalla superficie e sarà più facile lavarlo via. Se desiderate un risultato perfetto, potete ripetere una seconda volta l’operazione e sciacquare con acqua. Nel caso in cui vogliate restituire brillantezza al vostro bagno, mescolate acqua e aceto in pari proporzioni e applicateli alle piastrelle una volta alla settimana.

Pulire le piastrelle del bagno

2) Fornelli 

Vi serviranno cotton fioc, un vecchio spazzolino da denti e ammoniaca. Immergete un cotton fioc nell’ammoniaca e strofinatelo sulle macchie più ostinate. Poi usate un vecchio spazzolino da denti e una spugna per rimuovere lo sporco. Ricordate di indossare sempre i guanti per proteggere la vostra pelle da possibili irritazioni.

Manopole dei fornelli

3) Filtro della cappa

Per pulire il filtro della cappa da cucina vi serviranno 1/2 bicchiere di bicarbonato di sodio e 1/2 bicchiere di ammoniaca. Fate bollire dell’acqua in una grossa pentola. A poco a poco, versate il bicarbonato servendovi di un cucchiaino.

In seguito, mettete i filtri a mollo: a questo punto, il grasso e lo sporco inizieranno a staccarsi e, quando i filtri saranno totalmente puliti, togliete la pentola dal fuoco. Se i filtri sono veramente molto incrostati, allora dovrete immergerli in acqua calda e ammoniaca (1/2 bicchiere in circa 3,5 litri d’acqua). Ricordate che è necessario indossare una mascherina per proteggersi dal forte odore di ammoniaca.

Pulire il filtro della cappa

4) Materasso 

Vi serviranno 235 ml di perossido di idrogeno (al 3%), 3 cucchiai di bicarbonato di sodio e sapone liquido. Mescolate il bicarbonato e il perossido in un flacone spray; poi, quando il bicarbonato si è totalmente sciolto, aggiungete qualche goccia di sapone liquido.

Agitate bene il flacone e spruzzate il contenuto sulle macchie del materasso; lasciate in posa per 5-10 minuti. Per asciugare più in fretta potete utilizzare un phon o un ventilatore. Infine, rimuovete i resti di bicarbonato con l’aspirapolvere.

Materasso

5) Forno 

L’ammoniaca è il prodotto principale che dovrete usare. Versatene un po’ in un recipiente di piccole dimensioni; lasciatelo poi tutta la notte nel forno spento. Al mattino, arieggiate la cucina e pulite il forno come di consueto. Il grasso accumulato verrà via con una passata di spugna.

E l’odore di ammoniaca non lascerà tracce all’interno!

Pulire il forno

6) Bollitore

L’ingrediente principale è l’aceto. Per eliminare il calcare dal bollitore, riempitelo a metà o a tre quarti con acqua e aceto in uguali quantità (ad esempio, 2 bicchieri di acqua e 2 bicchieri di aceto). Tappate il beccuccio del bollitore, utilizzando un tappo di sughero o di carta, e lasciate bollire l’acqua per il tempo necessario a far staccare il calcare. Infine, risciacquate. 

7) Pentole e casseruole 

Per pulire in modo naturale le vostre pentole, vi serviranno della senape in polvere e del bicarbonato di sodio. Mescolate i due ingredienti, in una proporzione 1 a 3 (ad esempio 1 bicchiere di bicarbonato e 3 di polvere di senape).

Conservate il composto in un contenitore che abbia un coperchio forato. Il detersivo in polvere che avete ottenuto farà sparire qualsiasi macchia!

Pulire pentole e casseruole

8) Tazza del gabinetto

L’aceto bianco è l’ingrediente principale di questo rimedio. Per pulire la tazza del gabinetto dalle incrostazioni, versate un’abbondante porzione di aceto, facendo attenzione a bagnare tutta la superficie. L’aceto è un ottimo disinfettante, oltre che un potente sgrassatore!

9) Divano in microfibra 

Per pulire il divano con rivestimento in microfibra vi serviranno una spugna, una bottiglia di alcool isopropilico, uno spazzolino, del bicarbonato di sodio.

Mettete un po’ di alcool isopropilico su una spugna e strofinate il tessuto che riveste il divano. Per non rovinare le fibre, utilizzate uno spazzolino. Per eliminare l’odore invece entra in gioco il bicarbonato: aggiungetene un po’ sul divano durante il trattamento affinché assorba ogni cattivo odore.

10) Frigo 

Per pulire perfettamente il vostro frigo sciogliete 2 cucchiai di bicarbonato di sodio in 1 litro di acqua, immergete in questa miscela una spugna e lavate il frigo. Risciacquate con un panno morbido. Spesso alcuni alimenti, come il pesce o alcuni formaggi, lasciano odori sgradevoli che vanno poi a intaccare la freschezza degli altri alimenti.

Non comprate prodotti chimici: basta riporre su uno dei ripiani, in un angolo, uno di questi ingredienti: fette di pane integrale, un bicchiere di bicarbonato, dei pezzi di limone oppure del carbone attivo.

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo su Facebook!

Pubblicità

Potrebbe interessarti