Tende da esterno: pulirle non è mai stato così facile

tendone prima e dopo

Con l’arrivo della bella stagione, le giornate si scaldano fino a diventare afose e le case possono diventare dei veri e propri forni. Per fortuna, a donare un po’ di ombra che rinfreschi gli interni ma anche terrazzi e balconi ci pensano le conosciutissime tende da esterno.

Ovviamente, non è solo un problema di coloro che le hanno a casa ma anche di tutti i negozianti che le hanno fatte montare per proteggere le vetrine dalla luce e dal calore del sole.

Dopo essere state chiuse e arrotolate tutto l’inverno, un occhio di riguardo dovrebbe andare nei confronti della loro pulizia: gli agenti atmosferici e lo smog rovinano e sporcano il tessuto che, in primavera, va quindi tirato a lucido.

L’operazione implica non poche difficoltà ma, seguendo i nostri consigli, riuscirete a far tornare le vostre tende come nuove e usando prodotti naturali ed economici!

Ecco quindi come fare. L’articolo prosegue nella prossima pagina >> 

3) L’occorrente

Per procedere alla pulizia delle tende da esterno vi serviranno: una scopa (preferibilmente di saggina), una capiente bacinella d’acqua, aceto e bicarbonato o sapone di Marsiglia (in alternativa, se preferite potete cercare in commercio un detergente specifico ma andrebbe contro il nostro concetto di “naturale”), uno spazzolone a setole ruvide e infine, se si ha il giardino e l’appartamento al piano terra, si può pensare di utilizzare il tubo dell’acqua.

calcare_NG1

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>

2) Come procedere 

Prima di tutto si dovrà passare la scopa di saggina su tutta la tenda, con movimenti orizzontali, per togliere eventuali foglie, polvere ed insetti. Dopo averla “spolverata”, bisognerà riempire una bacinella d’acqua aggiungendovi il prodotto che si sarà scelto tra aceto e bicarbonato o il sapone di Marsiglia. Con lo spazzolone a setole dure, si dovrà poi a sfregare per bene tutto quanto il telone, immergendo la striglia di tanto in tanto nella bacinella per risciacquare le setole.

Terminata anche questa operazione,si passerà al risciacquo. Ecco come.

tenda-sole-2

L’articolo prosegue nella prossima pagina>>

1) Il risciacquo 

Chi ha la fortuna di vivere in una casa indipendente o al piano terra con il giardino può risciacquare direttamente con il tubo dell’acqua. Se invece si abita in condominio, o, per qualche ragione, non si può utilizzare quella del giardino, bisognerà sostituire l’acqua della bacinella, con dell’altra pulita, risciacquare le setole della spazzola, e utilizzarla piano piano, per ripulire tutto dai prodotti utilizzati. Quando sarà ben pulita si potrà lasciare asciugare al sole, avendo cura poi di chiuderla ogni volta che inizierà a piovere.

Tende-da-sole

Hai trovato utile il nostro articolo? Condividilo don i tuoi amici su Facebook, ti ringrazieranno! 🙂

Pubblicità

Potrebbe interessarti