pulizie-fb

pulizie-casa

Alzi la mano chi ama fare le pulizie di casa! Se escludiamo mia madre, e forse la madre di qualche lettore o lettrice, penso che nessuno possa affermare sinceramente di trovare piacevole fare le pulizie di casa. Il mio fidanzato, pur di evitarle, quando vede che estraggo l’aspirapolvere dall’armadio si stende a terra e inizia a lamentare dolori a parti del corpo di cui non conosce nemmeno la reale collocazione!

 Però, che ci piacciano o meno, va detto: le faccende domestiche sono un dato di fatto: non possiamo girarci intorno ed evitarle, anche perché una casa pulita piace a tutti. A volte (per esempio quando il mio fidanzato alla fine si alza e, imbronciato, mi aiuta) dividiamo le incombenze domestiche tra i membri della famiglia e proviamo a trasformarli in un gioco; altre volte li integriamo semplicemente nella nostra routine settimanale.

In questo pezzo cercheremo di fare esattamente questo: renderli così semplici e così quotidiani che non ci sembrerà nemmeno di star facendo operazioni per la cura della casa. Ecco, l’idea è proprio questa: nelle prossime pagine vi illustreremo tecniche semplici ed economiche per pulire ma anche per prevenire che certe zone della casa (gli armadi, il frigorifero o la doccia, per fare qualche esempio) si sporchino al punto da richiedere un intervento di pulizia di qualche ora! Quindi, perdete cinque minuti per leggere questi 9 preziosi consigli e ne risparmierete molto di più da oggi in poi!

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

foglie-tè

9. Prevenire e curare l’odore di umido e muffa

Il primo rimedio veloce ed economico che abbiamo selezionato per voi riguarda un annoso problema: l’odore di vecchio e umido che si crea, inevitabilmente, in alcuni appartamenti (spesso perché vecchi o perché costruiti senza badare ai principi di una giusta areazione) oppure negli armadi, soprattutto se abbiamo ritmi di vita decisamente frenetici. Per risolvere questo problema si può ricorrere a due metodi: il primo semplicisissimo, prevede l’utilizzo di un giornale arrotolato a palla per assorbire l’umidità e un bicchiere di aceto bianco caldo per eliminare l’odore nell’aria.

Il secondo invece è altrettanto facile, a patto che vi piaccia l’atmosfera orientale e fusion: sto parlando delle foglie di tè verde usate come deodorante e deumidificatore naturale. Potete inserire negli armadi una manciata di foglie di tè verde avvolte in un pezzo di garza o in un foglio di carta washi, ma va benissimo anche una calza usata. come anticipato, otterrete sia un effetto deodorante, che deumidificante. Assicuratevi solo che le foglie siano completamente asciutte prima di posizionarle: qualche ora al sole o qualche minuto nel microonde dovrebbero bastare!

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

frigorifero-ordine

8. Frigorifero pulito

Mantenere il frigorifero pulito può sembrare un gioco da ragazzi, eppure ogni volta (molto rara per la verità!) che ci accingiamo a svuotarlo per dargli una bella ripulita ci accorgiamo che sul fondo o negli angoli o, semplicemente, contro la parete si sono accumulati residui di cibo che ormai non sapreste più nemmeno identificare o, comunque, ci sono zone che vi atteriscono per via dei terribili odori che sentite avvicinando il naso… Incredibile, vero? Vi sembrava di essere stati così precisi nel sistemare tutti gli alimenti eppure qualcosa dev’esservi sfuggito, ma cosa? Ve lo dico io: la posizione!

Per mantenere il frigo pulito, una buona idea è quella di mantenere gli alimenti a distanza dalla parete di fondo, perché i residui di cibo si attaccano al ghiaccio, che poi si scioglie e diventa acqua maleodorante. Quindi, per evitare le grandi pulizie di primavera del vostro frigorifero, vi basterà controllarlo una volta alla settimana.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

calcare-sporco

7. Via il calcare dal bagno

Il nemico più pericoloso del vostro bagno è proprio lui, il calcare. Come rimuoverlo? Un ottimo consiglio è sempre quello di usare l’aceto bianco, eventualmente combinato in una miscela con un po’ di bicarbonato di sodio, ma esiste un trucco ancora più efficace, anche se un poco più complesso.

Come procedere: preparate una miscela di detersivo per piatti liquido, aceto e ammoniaca. Le quantità saranno a favore dell’aceto, poi dell’ammoniaca e infine del detersivo. Mescolate per bene e a questo punto potete usarlo per rimuovere la schiuma di sapone e il calcare, ma anche lo sporco generico dalla doccia. Un ottimo metodo molto economico, che dite? Una sola raccomandazione: non usatelo sul marmo, perché l’aceto può danneggiare le superfici calcaree.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

microonde-pulire

6. Sei sicuro di pulire bene il tuo forno a microonde?

Come si pulisce, esattamente, un forno a microonde? Strofinando le superfici con una spugna e qualche prodotto costoso? Tanta fatica e risultato non sempre garantito, dico bene? Allora provate questo originale trucco che viene direttamente dalla Francia. Prendete un panno umido, appallotolatelo e mettetelo nel forno a microonde. Fate andare il microonde per un minuto o più: fino a quando il panno non emette vapore.

Questo scioglierà tutti i residui di cibo attaccati sulle pareti interne dell’apparecchio, e voi potrete rimuoverli con una semplice strofinata, magari utilizzando lo stesso panno.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

cucina-cattivi-odori

5. Via i cattivi odori dalla cucina

Vi piace cucinare ma siete spesso scoraggiate dai cattivi odori che rimangono in cucina se, per esempio, vi accingete a cucinare il pesce o a fare cotture particolarmente impegnative? Il consiglio che vi sto per dare risolverà immediatamente il vostro problema e potrete tornare a sperimentare in cucina senza paura che i vestiti che avete steso in fondo alla sala inizino a puzzare di broccolo!

Vi basterà immergere un batuffolo di ovatta nell’aceto e poggiarlo su un piattino. Posizionate il piattino vicino al piano di lavoro ed eliminerete rapidamente i cattivi odori che si sprigionano durante le vostre fatiche culinarie!

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

mattonelle-crusca

4. Pavimenti lucidi 1: le mattonelle

Il capitolo pavimenti merita almeno due pagine: se i vostri pavimenti sono fatti di mattonelle rimanete qui, altrimenti passate alla pagina successiva per scoprire come pulire il vostro prezioso parquet. Ma torniamo alle mattonelle, ecco come dovete procedere. Mescolate 450 grammi di crusca di avena con 5 litri di acqua e lasciate il composto a macerare per circa 25 minuti.

A questo punto, procedete a filtrare con un setaccio e utilizzate il liquido ottenuto per pulire il pavimento. Passate lo straccio e lasciate agire per cinque minuti, poi risciacquate con acqua pulita. E vedrete che risultati!

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

parquet-pulire

3. Pavimenti lucidi 2: il legno

E per pulire e lucidare i pavimenti in legno? Ecco come fare: preparate una piccola sacca che abbia le dimensioni del palmo della mano, circa 13-19 centimetri quadrati. Potete usare una vecchia maglietta, per esempio. Dopo aver realizzato il sacchetto, riempitelo con la crusca di riso e cucite l’apertura. A questo punto inumidite leggermente la sacca e usatela per pulire e lucidare il vostro pavimento o qualsiasi altra superficie di legno presente in casa vostra!

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

argenteria-bicarbonato

2. Argenteria brillante senza muovere un dito

Avete un fantastico servizio di posate in argento che non usate mai perché odiate lucidarlo? Oppure non lo usate mai perché dovreste lucidarlo, dico bene? Niente paura. Se desiderate far tornare a brillare l’argenteria, fate così. Prendete un contenitore grande a sufficienza per tutte le vostre posate. Rivestitelo con un foglio di alluminio e aggiungete del sale da cucina. Ora riempire il contenitore con acqua e inserite le vostre posate… e poi? Poi non vi resta che stupirvi del risultato.

L’articolo prosegue nella prossima pagina>> 

formiche-pavimento

1. Via gli insetti in un lampo

Odiosi piccoli insetti (penso alle formiche, ma non solo): sono la piaga di molte case e di chi abita in zone di campagna. Come fare? Ecco la soluzione: vi basta spruzzare aceto diluito con acqua sul pavimento ogni due settimane. Questo metodo è ideale, tra l’altro, se avete gatti o altri animali domestici, proprio perché l’aceto non contiene sostanze chimiche dannose. Praticamente è la soluzione perfetta!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su Facebook per farlo conoscere anche ai tuoi amici!