Eliminare calcare scaldabagno
Advertisement

Per risparmiare elettricità, se usi uno scaldabagno, potrebbe esserti utile eliminare il calcare. Questo soprattutto se vivi in ​​una zona con acqua molto dura, in questo caso dovresti farlo almeno ogni 2 anni. In caso contrario, potresti eseguire questa decalcificazione ogni 3 anni. Vi spieghiamo come farlo e perché dovete farlo subito!

Come rimuovere il calcare dal tuo scaldabagno

È vero che solitamente si pensa a disincrostare uno scaldabagno solo se si nota che l’acqua impiega più tempo a scaldarsi o se non c’è affatto acqua calda.

Advertisement

Tuttavia, è importante sapere che uno scaldabagno pieno di calcare consuma molta più energia di un elettrodomestico in buone condizioni. Quindi, rimuovere il calcare regolarmente dallo scaldabagno è una buona idea per risparmiare sulla bolletta della luce. Per fare ciò, ovviamente, puoi rivolgerti a un professionista. In alternativa, se ti piace il fai-da-te, puoi provare a farlo tu stesso seguendo quello che ti diremo. Ad ogni modo, rimarrai sorpreso dalla quantità calcare che può rimanere intrappolato nel tuo scaldabagno.

Ecco tutti i passaggi se vuoi rimuovere tu il calcare

Prima di qualsiasi intervento assicurarsi di aver staccato l’energia elettrica e il rubinetto generale di ingresso dell’acqua. Si consiglia di interrompere l’alimentazione elettrica allo scaldabagno il giorno prima per evitare sprechi di acqua calda e rischio di scottature. Ecco come devi procedere in seguito:

  • rimuovere il coperchio posteriore e verificare che non ci sia più corrente ai terminali dello scaldabagno con un cacciavite
  • scollegare i cavi di alimentazione e svuotare il serbatoio. Questa operazione è relativamente lunga. Per aumentare il flusso è possibile aprire un rubinetto dell’acqua calda che consentirà all’aria di entrare nello scaldabagno.
  • rimuovere i dadi di fissaggio del supporto del riscaldatore
  • rimuovere con cura le resistenze, per scaldabagni verticali mettere sotto una bacinella per raccogliere il calcare. Per i modelli orizzontali il calcare rimane sul fondo del serbatoio con l’acqua, in questo caso il modo migliore per svuotare il serbatoio è utilizzare un aspiratore “acqua e polvere”. Normalmente il calcare non si attacca alle pareti ed è sufficiente strofinare con un panno
  • prima di rimontare il tutto rimuovere le resistenze e l’anodo, per non danneggiarli il rimontaggio viene eseguito in ordine inverso. Il sigillo può essere riutilizzato se è in buone condizioni ma si consiglia di cambiarlo