efficenza energetica in casa

Ristrutturare casa è importante per rifare l’aspetto nuovo della nostra abitazione. Tuttavia non si obbedisce soltanto a questa esigenza, perché potrebbe essere l’occasione migliore anche per migliorare l’efficienza energetica della casa. Bisogna ricordare da questo punto di vista che esistono anche delle ottime agevolazioni fiscali che sono messe a punto a livello statale e che consentono di accedere a dei benefici proprio dal punto di vista fiscale per chi decide di migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione nell’ambito dei lavori di ristrutturazione.

Ci sono infatti molti interventi, come la sostituzione degli infissi, il cappotto termico o la riqualificazione del sistema di riscaldamento, che consentono di risparmiare a livello energetico. Cerchiamo di approfondire l’argomento.

La realizzazione dell’involucro edilizio

Come spiegato su Certificazioneenergeticafacile.it, è importante poter contare sull’attestazione della prestazione energetica della casa, perché sicuramente è un elemento di valore in più che dà molte opportunità al nostro appartamento.

E fra gli interventi per riuscire ad ottenere anche una certificazione migliore, fra le opere che si possono fare in ambito di ristrutturazione, sicuramente un’opzione molto importante è costituita dalla realizzazione di un involucro edilizio.

Si tratta di mettere a punto una struttura architettonica in grado di separare l’interno della casa dall’esterno. È quello che in gergo tecnico viene chiamato cappotto termico, che viene messo a punto con l’installazione di pannelli isolanti per isolare l’abitazione.

Ci sono anche dei pannelli termoisolanti per interno, che sono pensati appositamente per separare la casa dagli altri immobili confinanti. Tutto questo chiaramente consente di risparmiare energia e di ridurre i costi delle bollette.

Le pratiche per l’illuminazione

Bisognerebbe cercare di intervenire anche nell’utilizzo ridotto dell’illuminazione artificiale. Ci sono varie ricerche a questo proposito che provano a livello scientifico come l’illuminazione abbia degli effetti anche sul nostro umore.

Quindi sarebbe il caso di dare più spazio all’illuminazione naturale data dai raggi del sole piuttosto che puntare esclusivamente su quella artificiale.

Nell’ambito dei lavori di ristrutturazione si dovrebbe cercare di favorire al meglio l’ingresso della luce naturale soprattutto nelle stanze in cui trascorriamo più tempo nel corso della giornata. Così ne ricaviamo molti benefici, sia a livello psicologico che per quanto riguarda il risparmio economico.

Potremmo cercare di sostituire anche le lampadine tradizionali con quelle di nuova generazione, che hanno una durata più lunga.

L’installazione di nuovi infissi

Gli infissi vecchi causano dispersione di calore. Questo significa che non ci danno la possibilità di realizzare un risparmio energetico adeguato e il tutto si traduce in costi della bolletta sicuramente più alti. Infatti le finestre che non chiudono bene o che hanno degli spifferi fanno uscire velocemente l’aria calda e fanno entrare quella fredda.

Quindi, quando procediamo ad una ristrutturazione della casa, fra gli interventi importanti c’è la sostituzione dei vecchi infissi e l’installazione di quelli nuovi, anche con la possibilità di installare vetri doppi, in modo che la temperatura all’interno della casa rimanga costante nel tempo.

La classe energetica degli elettrodomestici

Un altro elemento su cui dobbiamo puntare per arrivare al risparmio energetico in casa è rappresentato dalla classe energetica degli elettrodomestici. Lavatrice, lavastoviglie e tutti gli altri apparecchi che utilizzano la corrente elettrica, specialmente quelli che si utilizzano in cucina, dovrebbero essere nuovi e di ultima generazione. Queste caratteristiche ci permettono di avere una gestione degli elettrodomestici più efficiente e di risparmiare energia.

La strategia migliore da questo punto di vista sarebbe quella di optare per elettrodomestici di classe A++ o A+++. Possono essere più costosi, però nel tempo, con il risparmio in bolletta, avremo modo di compensare la spesa iniziale da sostenere. Inoltre, per sfruttare al meglio le fonti energetiche in casa, possiamo pensare anche ad un più intenso utilizzo delle fonti rinnovabili, magari provvedendo all’installazione di pannelli fotovoltaici.