prodotti-monouso-eliminare

Eliminare gli prodotti monouso dalle nostre vite è un’azione fondamentale per ridurre l’impatto ambientale. D’altronde è ormai consuetudine abbastanza diffusa porre maggiore attenzione ai propri acquisti, soprattutto al supermercato, per via della dirompente emergenza ambientale.

Seppure gli sforzi possano sembrare vani e talvolta richiedano anche una spesa maggiore, nel nostro piccolo tutti possiamo fare qualcosa per preservare la nostra terra. L’inquinamento è un problema a cui bisogna porre rimedio al più presto e lo dimostrano anche le numerose iniziative europee e italiane per abbattere l’impiego della plastica.

Sempre più persone si stanno adoperando per acquistare gli alimenti non confezionati nella plastica, eppure spesso ci si dimentica quante delle cose che ci circondano quotidianamente sono composte da plastiche o materiali non riciclabili. Pensiamo, per esempio, alle posate in plastica, o ai bicchieri, il cui utilizzo si limita a poche ore prima di venir buttati definitivamente. Ma con un po’ di attenzione, ed ovviamente i giusti consigli, possiamo facilmente ridurre a 0 l’utilizzo dei prodotti monouso, sostituendoli con alternative più green e durature!

Scopriamo assieme 10 prodotti monouso da eliminare definitivamente per abbracciare uno stile di vita più green!

1) Alluminio, pellicola e carta forno

Pellicola alimentare, alluminio e carta forno vengono considerati alleati fondamentali in cucina, ma si ignora troppo spesso il loro impatto ambientale. Tra i prodotti monouso da eliminare questi ricoprono una posizione d’onore e possono facilmente essere sostituiti con alternative ecologiche. Al posto dell’alluminio e della pellicola alimentare possiamo utilizzare i fogli in cera d’api, completamente naturali e compostabili! La sostituzione della carta da forno potrebbe, invece, sembrare più complicata, ma basterà procurarsi dei tappetini in silicone adatti per il forno e lavabili. Oppure, se la ricetta lo permette, potremmo utilizzare il burro e la farina per non far attaccare le pietanze.

prodotti-monouso-eliminare

2) Buste per la spesa in plastica

Da anni ormai è iniziata una vera e propria “guerra” per ridurre a 0 la produzione di buste di plastica, uno dei prodotti monouso più inquinanti e diffusi. I supermercati si sono adeguati all’utilizzo delle buste biodegradabili e riciclate, ma questo non significa che siano completamente green o che non ci sia qualche alternativa migliore per eliminare i prodotti monouso. Una buona idea potrebbe essere portarsi sempre dietro un paio di buste in tessuto o in qualsiasi altro materiale resistente che le rende riutilizzabili, basterà lavarle ogni tanto e potremo facilmente dire addio alle numerosissime buste in plastica che abbiamo a casa.

prodotti-monouso-eliminare

3) Sacchetti per alimenti

Sembrerà strano ma anche i sacchetti in carta possono essere un vero problema ambientale. Pensiamo, per esempio, a quanto vengono impiegati nei mercati ortofrutticoli. Tra i prodotti monouso da eliminare e sostituire rientrano sicuramente anche queste! Ovviamente utilizzare le buste in tessuto come quelle viste al punto precedente sarebbe poco igienico, ma anche in questo caso basterà ingegnarci un po’!
In commercio si trovano sacchetti fatti di cotone naturale o lino a prezzi veramente esigui. Possiamo utilizzarle per il pane sfuso al supermercato, piuttosto che per frutta e verdura. Basterà lavarle e disinfettarle dopo ogni utilizzo ed il gioco è fatto!

prodotti-monouso-eliminare

4) Spazzolini in plastica

Seppur non si tratti a tutti gli effetti di un prodotto monouso, gli spazzolini hanno un elevatissimo impatto ambientale. Sostituirli è piuttosto semplice, anche se potrebbe richiedere inizialmente una spesa maggiore rispetto alle loro controparti. Su internet e in alcuni negozi possiamo trovare degli spazzolini fatti in legno o in bambù, la cui durata è pressoché infinita! Questi hanno la testina con le setole intercambiabile i cui costi sono veramente ridotti. Così facendo non dovremo più buttare l’intero spazzolino periodicamente, riducendo di parecchio il nostro inquinamento domestico.

prodotti-monouso-eliminare

5) Lamette e rasoi usa e getta

Che siano da uomo o da donna, le lamette e i rasoi sono sicuramente uno dei prodotti monouso da eliminare. Sono, infatti, composte in parte in plastica e in parte in metallo, caratteristica che le rende destinate all’indifferenziato e, dunque, ad aumentare l’impatto ambientale. Si potrebbe, però, pensare che sia impossibile sostituirli, ma non è affatto vero! Potremmo optare per diverse alternative. Innanzitutto, esistono dei rasoi elettrici in grado di radere a zero qualsiasi parte del corpo. Oppure, ancora, potremmo procurarci un rasoio completamente composto in metallo e che ancora si trovano da alcuni barbieri.

prodotti-monouso-eliminare

6) Carta da cucina, fazzoletti e tovaglioli

Un altro prodotto monouso da eliminare per una scelta di vita green che è estremamente diffuso, è la carta assorbente. Sotto qualsiasi forma si presenti, dai fazzolettini fino ai tovaglioli, può essere un vero e proprio rischio ambientale. Si pensi, per esempio, ad un raffreddore che ci porta ad impiegare decine e decine di fazzolettini che dopo una soffiata diventano pressoché inutilizzabili. Questi possono essere sostituiti con i fazzoletti in stoffa, molto diffusi qualche decennio fa. Anche in cucina, per i tovaglioli e per la carta assorbente possiamo ricorrere alle loro alternative in stoffa. In ognuno di questi casi basterà, infatti, lavarli riducendo a 0 la produzione di spazzatura.

prodotti-monouso-eliminare

7) Posate di plastica

Sembrerà scontato, ma tra i prodotti monouso da eliminare e sostituire non possono ovviamente mancare le posate di plastica. Le ragioni sono molteplici, primo fra tutti il fatto che siano composte in plastica, il più delle volte non riciclata, fino al loro utilizzo che si aggira intorno alle poche ore. Se vogliamo abbracciare uno stile di vita più green è necessario dire addio a tutte le stoviglie in plastica, non solo le posate ma anche bicchieri e piatti. Se non possiamo rinunciare all’usa e getta, magari perché abbiamo tanti ospiti e poche posate in metallo, optiamo per quelle fatte di bambù o di foglie di palma. Inoltre, in commercio si trovano facilmente piatti e bicchieri in carta e cartone, molto meno inquinanti!

prodotti-monouso-eliminare

8) Porta sapone e detersivi

Sempre pensando a tutti i prodotti in plastica che ci circondano, nei nostri bagni se ne possono trovare veramente tantissimi. Un esempio sono i flaconi di sapone liquido, piuttosto che quelli di detersivo, ampiamente utilizzati e spesso ignorati nelle scelte di vita green. Per sostituire questi prodotti monouso possiamo ricorrere a diverse alternative. I saponi sono ampiamente preferibili nella loro versione solida, e sempre più aziende hanno avviato anche la produzione di detergenti per la doccia e shampoo solidi. O ancora, molti supermercati e ipermercati si sono adoperati con postazioni di ricarica per saponi e detersivi, conservando e riutilizzando i flaconi in plastica avremo decisamente ridotto la produzione di spazzatura!

prodotti-monouso-eliminare

9) Spugnette per i piatti

Un altro prodotto monouso da eliminare e sostituire, molto spesso ignorato, sono le spugnette utilizzate per lavare i piatti. Queste vengono buttate nell’indifferenziato, ed è già una buona ragione per dirgli addio, ma producono anche una grandissima quantità di microplastiche, uno degli inquinanti maggiori per il nostro pianeta. Per sostituirle potremmo ricorrere alle spugne fatte in bambù o in luffa, del tutto identiche alle loro controparti e molto più facili da smaltire senza produzione di spazzatura dannosa. La loro durata media non differisce molto da quelle classiche, ma il vero vantaggio è che sono esenti da microplastiche dato che sono completamente biodegradabili. Vanno, infatti, smaltite assieme all’umido, oppure impiegate nella produzione casalinga di compost da impiegare nell’orto o nel giardino.

prodotti-monouso-eliminare

10) Bottiglie di plastica

È inutile girarci attorno, uno degli inquinanti principali per la nostra terra sono le enormi quantità di bottiglie di plastica che vengono gettate quotidianamente. Tra tutti i prodotti monouso da eliminare e sostituire queste sono in assoluto quelle principali. Non è, purtroppo, del tutto possibile rinunciare alle bottiglie in plastica, ma possiamo facilmente ridurle allo stretto necessario. Invece che acquistare le bottigliette, per esempio, prediligiamo una borraccia in metallo o alluminio, da riempire a casa e portare con noi nello zaino o nella borsa. Le bottiglie grosse, da un 1,5 o 2 litri, possono essere sostituire con una caraffa filtrante per l’acqua del lavandino oppure con delle bottiglie in vetro lavabili e riutilizzabili.

prodotti-monouso-eliminare

Leggi anche:

Se stai cercando qualche altro consiglio per ridurre ulteriormente il consumo di plastica, qui trovi i migliori!

Hai mai sentito parlare della raccolta solidale dei tappi di plastica? Qui puoi trovare qualche informazione in merito e scoprire cosa hanno fatto!

Anche i rifiuti elettronici possono diventare un problema ambientale se non vengono smaltiti correttamente, scopri qui come farlo al meglio!

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook!