Scorza d’arancia: i 7 motivi per non buttarla

Perché non buttare la scorza d'arancia

Le arance sono uno dei frutti più consumati ma anche più conosciuti soprattutto per i nutrienti: innanzitutto i minerali tra cui ferro, sodio, magnesio, potassio, zinco e calcio, ma anche le vitamine A, B, C e sostanze con proprietà antiossidanti come i flavonoidi e il beta-carotene. E non solo la polpa, anche la scorza dell’arancia possiede molte proprietà.

È vero però che la maggior parte delle persone, una volta sbucciato il frutto, buttano quel che rimane. Errore! La scorza può essere un ottimo sostituto per moltissime cose. Un motivo in più per riutilizzarla è che si tratta di un prodotto naturale, quindi senza additivi potenzialmente dannosi per la salute.

Inoltre, per gli usi di cui andremo a vedere, è molto più economico dei relativi sostituti commerciali. Sono tutti procedimenti semplicissimi da preparare e che non necessitano di elementi aggiunti, se non due o tre cose sicuramente già presenti in casa.

Il massimo è per chi ha la fortuna di avere magari un albero in giardino, dato che molti frutti vanno presi durante la stagione di maturazione, perché non consumati, si potranno utilizzare per tutti questi trucchi che andremo a vedere nelle prossime pagine: